Dopo la condanna per rapina, pizzicato a girare tranquillamente per strada

Fermato dalla polizia di Stato insieme ad altri soggetti sospetti, è emerso che il ragazzo sarebbe dovuto essere agli arresti domiciliari

Sarebbe dovuto essere agli arresti domiciliari, in quanto condannato a 8 mesi di reclusione per una rapina, ma un 20enne ucraino è stato pizzicato a zondo per la città dagli agenti della polizia di Stato. Il ragazzo, insieme ad altri due soggetti sospetti, era stato fermato per un controllo da una pattuglia delle Volanti in via AVanzolini. Al momento di fornire i documenti, è emerso che il 20enne avrebbe trovarsi a casa ed è stato quindi arrestato per evasione. Portato in carcere, nella cella dei "Casetti" gli è stato notificato l'aggravamento della misura restrittiva e dovrà scontare il resto della pena nella casa circondariale.

Potrebbe interessarti

  • "L'ingresso della città tra incuria, degrado e inciviltà"

  • Bagno in mare dopo mangiato: quanto aspettare?

  • Alternative al Caffè: 9 sostitutivi energizzanti e salutari

  • Come pulire e igienizzare i bidoni della spazzatura

I più letti della settimana

  • Le 'polpette di mammà' come a casa: la prima polpetteria della Romagna apre a Rimini

  • Fioritura di alghe, il mare di Rimini si tinge di rosso

  • Tremendo frontale, due feriti in gravi condizioni dopo lo schianto

  • Torna in mare il "Brilla&Billy", lo yacht di Lucio Dalla per anni in darsena a Rimini

  • Autovelox sulla SS16, il comune di Bellaria mette il "punto" sui limiti di velocità

  • Maturità 2019, tutti i diplomati del liceo scientifico Einstein: tanti i "bravissimi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento