Famiglia in ostaggio dei rapinatori, terrore nelle campagne riminesi

La figlia della coppia è stata colpita in testa e ora è ricoverata per accertamenti all'Ospedale "Infermi" di Rimini

Un commando di 4 persone armate di cacciavite si è introdotto, nella serata di martedì, in un’abitazione isolata in campagna, in località Santa Giustina, per rapinare una famiglia, padre madre e due figli. I quattro malviventi dopo aver setacciato l’abitazione si sono fatti consegnare del contante dai presenti, circa 400 euro, e le chiavi delle auto. Presenti in casa anche moglie e figlia che li ha insultati in albanese. La ragazza è stata colpita in testa e ora è ricoverata per accertamenti all’Ospedale Infermi di Rimini. Sul posto è intervenuta la squadra Mobile della Questura di Rimini e stando ai primi accertamenti padre e figlio risultano con precedenti per spaccio di droga. Viste le modalità e stando al contesto in cui la rapina è avvenuta, gli investigatori della polizia non escludono che si possa trattare di una riscossione crediti legata al mondo della droga e dello spaccio gestito da extracomunitari. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavoro stagionale, le figure più ricercate e i consigli dei Centri per l'impiego

  • Il coronavirus uccide altre due anziane. Due nuove positive al covid: erano asintomatiche

  • Trucca lo scontrino per pagare meno la spesa, denunciato per truffa

  • Grave incidente nella notte, un ferito ricoverato in Rianimazione

  • Sacerdote riminese allontanato dalla diocesi, su di lui indagine per droga e pedopornografia

  • Nuovi casi di Covid-19 tutti asintomatici, decisa regressione dell'epidemia

Torna su
RiminiToday è in caricamento