I figli litigano e intervengono i genitori, sfiorato lo scontro tra rom e napoletani

E' stato necessario l'intervento della Celere che ha presidiato la zona per tutta la notte

Serata molto agitata a Rimini, tra le vie Coppi e Bartali nella zona del Ghetto Tombanuova, tanto che si è reso necessario l'intervento di tutte le forze dell'ordine presenti in città per evitare lo scontro tra due opposte fazioni. Teatro di tutto sono state le case popolari, rcentemente costuite in zona, e concesse a delle famiglie di rom e di napoletani. Nel pomeriggio di giovedì alcuni ragazzini degli opposti nuclei familiari hanno litigato tra loro, rendendo necessario un primo intervento dei carabinieri, che a fatica hanno riportato gli animi alla calma. Tutto sembrava essersi concluso ma, nella prima serata, le tensioni si sono riaccese e, a supporto dei ragazzini, sono intervenuti anche gli adulti. Oltre 40 persone di sono affrontate a muso duro e, insieme ai carabinieri, è stato necessario l'arrivo dei rinforzi da parte delle Volanti della polizia di Stato e dei militari della Guardia di Finanza. La tensione è salita alle stelle e, dalla festa del Partito Democratico, è stato distaccato il reparto Celere con gli agenti in tenuta antisommossa arrivati sul posto per tenere a freno gli scalmanati. Per evitare gli scontri, la zona è stata presidiata per tutta la notte.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta all'alba, si toglie la vita nel parcheggio del centro commerciale

  • Pronto a nascere il maxi outlet con un investimento da 150 milioni di euro

  • Stroncato da un malore durante la partita di calcetto muore a 28 anni

  • Clan emergente voleva prendersi Rimini con una guerra di camorra: segno distintivo, le mani frantumate col martello

  • Il Cocoricò riapre le porte con un nuovo gestore: "Inaugureremo a Pasqua e ci saranno grandi eventi"

  • Amazon a Santarcangelo, il colosso dell'e-commerce ha aperto i battenti

Torna su
RiminiToday è in caricamento