Forti venti e mareggiate, scatta l'allerta meteo in tutta la provincia

Attese raffiche oltre i 100 chilometri all'ora, particolare attenzione nella zona nord di Rimini che potrebbe essere la più colpita dal maltempo

Con un proprio bollettino l’Agenzia regionale della Protezione civile ha attivato la fase d’attenzione a causa del veloce approfondimento di un minimo depressionario sul Mediterraneo che apporterà un marcato peggioramento delle condizioni meteorologiche sul territorio regionale. Dalla serata di mercoledì 4 Marzo 2015, venti da nord-est interesseranno prevalentemente i rilievi e il settore costiero. In particolare, nelle zone di pianura si prevedono valori di intensità del vento medio tra 20 e 40 nodi (37-74 km/h) e raffiche tra 30 e 55 nodi (56-102 km/h). Si prevedono precipitazioni abbondanti anche sulle nostre zone con quantità stimate tra i 40 e i 60 mm complessivi in 24 ore. Le precipitazioni sono previste in attenuazione dal pomeriggio di giovedì 5, con fenomeni residui sulla Romagna. Si prevede l'attenuazione dei venti e del moto ondoso solo dalla giornata di venerdì.

Il mare si prevede molto agitato con probabili ingressioni marine. L'altezza dell'onda in mare aperto è stimata tra 4 e 6 m (mare molto agitato). Dalle ore 18 di mercoledì 4 e fino alle ore 12 di venerdì 6, sotto costa, si prevede l'effetto combinato dell'altezza dell'onda (stimata intorno ai 4,0 m) e del livello del mare (stimato intorno a 0,8 m). L'effetto sarà risentito su tutta la fascia costiera, in particolare nella fascia centrale comprendente i comuni di Ravenna e Cervia.

Questi gli effetti attesi:

VENTO: possono verificarsi localmente cadute di rami e/o alberi, segnaletica stradale e pubblicitaria, danni alle strutture di pertinenza delle abitazioni (tettoie, pergolati, ecc..) e ad impianti o infrastrutture di tipo provvisorio (tensostrutture, installazioni per iniziative commerciali, sociali, culturali, strutture di cantiere, stabilimenti balneari, ecc..). Può risultare difficoltosa o localmente interrotta la circolazione stradale per la presenza di oggetti di varia natura trasportati dal vento e per particolari categorie di veicoli quali mezzi telonati, roulotte, autocaravan, autocarri o comunque mezzi di maggior volume. Possono verificarsi sospensione dei servizi di erogazione di fornitura elettrica e telefonica a seguito di danni delle linee aree.

STATO DEL MARE: possono verificarsi mareggiate con fenomeni di erosione costiera e possibile interessamento degli stabilimenti balneari. Possono essere localmente sommersi i moli e le dighe foranee e risultare difficoltose le attività che si svolgono in mare ed il funzionamento delle infrastrutture portuali. Potranno verificarsi situazioni di particolare criticità nelle aree maggiormente interessate dopo l'evento del 5-6 febbraio 2015.

CRITICITÀ IDRAULICA: nelle macroaree A, B e C (tra cui è compresa quella riminese) si potranno verificare innalzamenti dei livelli idrometrici con possibili superamenti della soglia 2. Nelle aree urbane, sono possibili fenomeni di allagamento localizzato, per incapacità di smaltimento del reticolo idrografico secondario e urbano, che potranno interessare viabilità, sottopassi, canali tombati, scantinati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il programma Melaverde fa tappa in Romagna tra ristoranti e tour in collina

  • Temperature in picchiata, arriva la prima nevicata della stagione

  • Tre giorni di live, a Capodanno Riccione diventa la capitale della musica: arivano anche Emma e Mahmood

  • Aggressione sessuale nell'ascensore di una clinica medica: paura per una ragazza

  • "Siamo nel mirino delle bande di ladri", i residenti infuriati chiedono più sicurezza

  • In migliaia all'assalto di 38 posti di lavoro: boom di domande per il concorso

Torna su
RiminiToday è in caricamento