Lotta all'abusivismo in spiaggia: polizia a bordo dei quad e armata di videocamera

Nuove strategie in atto sull'arenile e al via ai controlli antidegrado per i negozi che espongono le merci sui viali

Al via il 15 maggio l’attività di contrasto all’abusivismo commerciale sull’arenile della Polizia municipale di Rimini che quest’anno, specie all’inizio e al termine della stagione balneare, vedrà come novità l’entrata in servizio dei quad. Si tratta di due mezzi recentemente acquistati che, per proprie caratteristiche tecniche, consentiranno agli agenti di muoversi in ambienti accidentati o difficili come appunto l’arenile, muovendosi con maggiore velocità e agilità a seconda delle necessità del servizio ed ampliando così le aree di controllo. L’attività predisposta dal Comando della Pm si concluderà il 15 settembre e vedrà all’opera un nucleo speciale, formato da una ventina di operatori della Pm che saranno impegnati in più turni anche avvalendosi durante i controlli di action camera così da documentare le modalità d’intervento. Una procedura operativa che ha portato al termine della stagione 2018 a più di mille sequestri amministrativi e a 888 rinvenimenti di merci, riducendo pressoché a zero, il fenomeno delle vendite stanziali nei ‘mercatini’ non autorizzati che fino a qualche anno fa, specie nella zona sud della città, hanno occupato abusivamente intere porzioni di arenile.

Un risultato frutto di un cambiamento di strategia nell’azione di contrasto adottata dalla Polizia municipale in collaborazione con le altre forze dell’ordine, che ha portato, con un incremento annuo, costante dai 197 sequestri amministrativi del 2013 ai risultati attuali. Ciò ha consentito di tenere sotto controllo le articolazioni più evidenti (occupazione della spiaggia, vendita capi fasulli) di un fenomeno che, con l’applicazione della nuova strategia coordinata adottata con le altre forze di Polizia in seno al Comitato per l’ordine e la sicurezza coordinato dalla Prefettura, si conferma nei numeri e nei fatti decisamente e sensibilmente ridimensionato rispetto a qualche anno fa. Accanto al contrasto all’abusivismo commerciale, al via anche l’attività per il controllo e il rispetto del nuovo regolamento comunale con lo scopo di  valorizzare l’offerta commerciale sul territorio del comune di Rimini. Un’attività che proseguirà per tutta l’estate a contrasto di tutti i comportamenti che, specie nelle modalità di esposizione della merce all’esterno degli esercizi commerciali del Centro storico e dei viali della Marina, sono stati capaci di provocare un sentimento di degrado dei viali deputati al commercio e a fungere da attrattore per il nostro turismo.

Campagna  e controlli anti degrado

Dopo l’esperienza dello scorso anno, riprende avvio nei prossimi giorni infatti la campagna informativa promossa dalla Polizia municipale che ricorderà ai commercianti le elementari regole e comportamenti da tenere nell’esposizione della merce disposte dal regolamento. La campagna informativa, che sarà distribuita negozio per negozio, ricorderà così come sia vietata l'esposizione della merce mediante affissione o sospensione su elementi architettonici e serramenti mobili; oppure come non sia ammessa la collocazione di contenitori non destinati all'esposizione delle merci al pubblico a ridosso delle vetrine, che devono essere utilizzate esclusivamente per l'esposizione delle merci; o la necessità di rispettare le nuove disposizioni che regolamentano sia lo spazio di pertinenza dell’attività che le modalità di esposizione delle merci. Dopo la comunicazione sarà la volta dei controlli, che proseguiranno tutta l’estate. In particolare furono 554 le verifiche portate a termine dalla Polizia Municipale per il rispetto del regolamento comunale dall'avvio della specifica campagna di controlli, durante l'estate 2017 e lungo tutta l'estate 2018, che portarono a registrare 148 violazioni, con i vigili che in particolare hanno contestato una scorretta esposizione della merce in vendita e la tendenza ad occupare con manichini ed espositori una porzione di spazio eccessiva e superiore a quanto previsto dal regolamento, andando a invadere la fascia libera di rispetto per il passaggio dei pedoni. “Attività di controllo e contrasto quelle che a giorni partiranno – è il commento dell’assessore alle Attività economiche e sicurezza Jamil Sadegholvaad – che sono non solo importanti dal punto di vista del rispetto delle regole ma direi fondamentali per il nostro turismo.”

Potrebbe interessarti

  • "L'ingresso della città tra incuria, degrado e inciviltà"

  • Bagno in mare dopo mangiato: quanto aspettare?

  • Alternative al Caffè: 9 sostitutivi energizzanti e salutari

  • Come pulire e igienizzare i bidoni della spazzatura

I più letti della settimana

  • Le 'polpette di mammà' come a casa: la prima polpetteria della Romagna apre a Rimini

  • Fioritura di alghe, il mare di Rimini si tinge di rosso

  • Tremendo frontale, due feriti in gravi condizioni dopo lo schianto

  • Il folle inseguimento per le strade si conclude nel cuore dell'isola pedonale

  • Torna in mare il "Brilla&Billy", lo yacht di Lucio Dalla per anni in darsena a Rimini

  • Investita mentre attraversa lo svincolo, pedone in gravi condizioni

Torna su
RiminiToday è in caricamento