Rimini in marcia per la vita: associazioni unite per “generare futuro”

Nel corso della marcia verranno proposte riflessioni di Papa Francesco, del vescovo Francesco Lambiasi, di Madre Teresa di Calcutta, di Don Oreste Benzi

Il vescovo Lambiasi

In occasione della 36° Giornata per la Vita le associazioni Comunità Papa Giovanni XXIII, Centro di Aiuto alla Vita, Difendere la Vita con Maria, Famiglie per l’accoglienza, Movimento per la Vita, Nuove Generazioni, Pro-Farma – in collaborazione con l’Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia – invitano a partecipare alla "Marcia per la vita" che si svolgerà sabato a Rimini dalle ore 15.30 con partenza da Piazza Ferrari, tappa in Piazza Cavour e Piazza Tre Martiri, per concludersi sul sagrato del Duomo. Seguirà la S. Messa celebrata dal Vescovo Francesco Lambiasi alle ore 17.30.

"Questo evento vuole essere un segno visibile della responsabilità di tutti di mettersi in cammino come popolo per riconoscere l’inviolabilità della vita fin dal concepimento – affermano le associazioni promotrici –. Dal concepimento alla nascita, infatti, l’essere umano si trova nella fase più a rischio di vita. Ogni giorno solo in Italia vengono condannati a morte con l’aborto legale 290 bambini e bambine, procurando  anche  alle loro mamme dolorose conseguenze".

Nel corso della marcia verranno proposte riflessioni di Papa Francesco, del vescovo Francesco Lambiasi, di Madre Teresa di Calcutta, di Don Oreste Benzi, insieme a testimonianze di alcune donne che hanno accolto la vita pur in condizioni di difficoltà. Interverrà anche un membro dell’Associazione “Human Life International” che opera in 28 Paesi a difesa della vita nascente, portando l’esperienza di preghiera davanti alle cliniche abortiste.

Sarà inoltre presentato anche il Punto di Ascolto della Maternità Difficile presso il Centro per le Famiglie di Rimini, gestito dalle associazioni promotrici, in rete con il Consultorio:  una  risposta del volontariato al bisogno di vicinanza e sostegno concreto  a donne sole e famiglie in difficoltà ad accogliere un figlio. "È urgente un forte impegno personale e sociale per creare le condizioni affinché sia riscoperto il gusto di generare, superando una cultura di sfiducia verso il futuro – concludono i promotori – perché siano messe in campo adeguate risorse economiche per sanare l’attuale mancanza di politiche famigliari".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stroncato da un malore durante la partita di calcetto muore a 28 anni

  • Risotto coi funghi velenosi: muore dopo una settimana di agonia

  • Il Cocoricò riapre le porte con un nuovo gestore: "Inaugureremo a Pasqua e ci saranno grandi eventi"

  • Amazon a Santarcangelo, il colosso dell'e-commerce ha aperto i battenti

  • Valerio Braschi pronto ad aprire il suo ristorante: il campione di Masterchef cerca personale

  • Indossa vestiti a strati e poi cerca di scappare dal negozio senza pagarli

Torna su
RiminiToday è in caricamento