Mense scolastiche: dal 19 maggio il pesce azzurro servito nei nidi e scuole dell'infanzia

Sono 1.700 i bambini potenzialmente interessati negli istituti riminesi, il numero di pasti effettivamente preparato dipenderà dalla disponibilità della materia prima

Il pesce azzurro, fresco e spinato, entrerà dal 19 maggio nelle mense delle scuole per l'infanzia e i nidi del Comune di Rimini. I bambini potenzialmente interessati sono complessivamente 1.700 (1.200 nelle scuole infanzia e 500 nei nidi ); il numero di pasti effettivamente preparato dipenderà dalla disponibilità della materia prima che, proprio perché fresca, potrà subire delle naturali variazioni di quantità. La scelta di inserire questo sano e ricco alimento nella dieta delle mense è stata condivisa anche dalla “commissione mensa dei servizi comunali per l'infanzia”, e sostenuta dal “Servizio igiene alimenti” dell'AUSL, che ne ha confermato il valore nutrizionale. Non si tratta di una novità assoluta, già l'anno scorso infatti si era iniziata una prima sperimentazione conclusa con esito favorevole da parte dei genitori. “Una piccola novità – spiega Gloria Lisi, Vicesindaco con delega alle politiche educative del Comune di Rimini – che va nella direzione di una attenzione sempre più marcata alla qualità, al biologico e naturale nelle mense delle scuole riminese, con un occhio anche all'impatto ambientale di queste scelte. A breve illustreremo anche altre novità riguardanti progetti legate al rapporto tra salute, stili di vita, scuola e benessere.”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio a Roberto Casadei, un cantore della Romagna

  • Stroncato da un malore durante la pedalata, ciclista perde la vita in strada

  • Metromare, i primi due giorni corse gratis per tutti

  • L'acqua alta invade spiagge, il porto e l'area del Ponte di Tiberio

  • Picchiata dal marito costretta a un escamotage per chiedere aiuto ai carabinieri

  • Guida senza patente e fornisce le generalità della gemella sperando di farla franca

Torna su
RiminiToday è in caricamento