Porta la droga al figlio in carcere, mamma pizzicata dalla polizia Penitenziaria

L'operazione condotta ai "Casetti" ha visto la donna venire immediatamente segnalata dai cani antidroga

La visita ai "Casetti" di una 65enne di Piacenza non era solo l'occasione per incontrare il figlio, detenuto nel carcere di Rimini, ma anche quella di passargli della droga durante il colloquio. A bloccare il passaggio dello stupefacente è stata la polizia Penitenziaria della casa circondariale, guidata dal commissario capo Aurelia Panzeca, con l'aiuto dell'unità Cinofila di Verona. Tutto è avvenuto nel primo pomeriggio di venerdì scorso quando la donna era arrivata nel carcere per incontrarsi con figlio 30enne, che sta scontando una pena definitiva, ed è stata fatta passare per un corridoio dove, improvvisamente, si è palesato Becks il pastore tedesco della Penitenziaria addestrato proprio per intercettare gli stupefacenti. Alla vista dell'agente a quattrozampe, la 65enne si è subito impaurita sostenendo di avere paura dei cani ma l'animale ha puntato subito alle scarpe della donna segnalando qualcosa di sospetto al suo conduttore. La signora, quindi, è stata portata in una stanza per la perquisizione e nascosto nello stivaletto è spuntato un involucro di cellophane con all'interno 7 grammi di cocaina e 22 di hashish che sono valsi alla 65enne una denuncia a piede libero per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbornia di San Valentino, fermata una dottoressa ubriaca fradicia alla guida: ritirate 18 patenti

  • Gli amici del bar non lo vedono da giorni, ritrovato cadavere in casa

  • Dramma in stazione, giovane si lancia contro il treno: modifiche alla circolazione

  • Avvelena il proprio cane con del topicida, il sadico proprietario denunciato

  • Macabra scoperta, ritrovato cadavere nel porto

  • Taglia la legna con la motosega e si ferisce: trasportato al Bufalini con l'eliambulanza

Torna su
RiminiToday è in caricamento