Spaccio al Borgo San Giuliano, pusher nordafricano finisce in manette

Lo straniero è stato sorpreso dagli agenti del nucleo Ambientale della polizia Municipale e dai carabinieri

Si è conclusa con un paio di manette l'attività di spaccio, portata avanti da un tunisino 30enne, nel Borgo San Giuliano. Lo straniero, già noto alle forze dell'ordine e sul quale pendeva un ordine di espulsione dall'Italia, è stato notato dal personale del nucleo Ambientale della polizia Municipale di Rimini nel pomeriggio di giovedì in viale Tiberio, nei pressi del Conad. Il 30enne, con fare sospetto, veniva avvicinato da varie persone e, dopo aver confabulato con loro, scambiava degli involucri. Gli agenti della Municipale hanno chiesto anche l'intervento dei carabinieri e, insieme, hanno bloccato il nordafricano in flagranza di reato mentre cedeva 1 grammo di hashish. Perquisito, dalle sue tasche sono spuntati altri 9,4 grammi della stessa sostanza e 11 di marijuana che gli sono valsi l'arresto. Processato per direttissima venerdì mattina, il giudice ha convalidato il fermo e disposto il suo trasferimento in carcere in attesa della prossima udienza fissata per il 19 gennaio.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Rischia un bel foglio di via.....ne farà buon uso....

  • Stava spacciando per versare i contributi all'inps e pagare qualche pensione. Perdonato.

    • il presidente mozzarella ha recentemente rilanciato il termine risorse future

Notizie di oggi

  • Cronaca

    In migliaia per il ‘battesimo’ del nuovo passaggio ciclopedonale di via Roma - FOTO

  • Cronaca

    Spari contro la casa di un noto commercialista, intimidazione al professionista

  • Cronaca

    Primo maggio di libertà per una tartaruga marina: dopo la cura, il rilascio

  • Cronaca

    Novemila persone alla "Rimini Marathon": vince l’azzurro Daniele Meucci

I più letti della settimana

  • Morto dopo aver bevuto dell'acido, sequestrati i lotti di aranciata

  • Distrazione fatale, beve da una bottiglietta che conteneva liquido corrosivo

  • Morto dopo aver bevuto acido, spuntano nuovi elementi investigativi

  • Trovato a terra in una pozza di sangue, giallo a San Giuliano

  • Bambino di 2 mesi picchiato e ridotto a un vegetale, genitori a processo

  • Sfregiata con l'acido, Gessica ed Eddy faccia a faccia per la prima udienza del processo

Torna su
RiminiToday è in caricamento