Ritrovato cadavere sulla spiaggia, intervengono carabinieri e Capitaneria di Porto

A lanciare l'allarme il personale del 118 che ha poi chiesto l'intervento delle forze dell'ordine

Foto archivio

A lanciare l'allarme, verso le 2.15 nella notte tra sabato e domenica, è stato il personale del 118 chiamato sulla spiaggia del Bagno 90 di Rimini per una persona colta da un malore. Al loro arrivo, i sanitari hanno trovato l'uomo già privo di conoscenza e, nonostante i tentativi per rianimarlo, il medico non ha potuto far altro che constatarne il decesso e avvertire le forze dell'ordine. Sul posto sono intervenuti i militari della Capitaneria di Porto e i carabinieri con questi ultimi che hanno provveduto ai rilievi di rito. Dai primi accertamenti pare che la vittima, un 50enne di origini campane, sia deceduto paer cause naturali ma, alle sue spalle, sembra avesse una storia di tossicodipendenza. Della scoperta è stato informato il pubblico ministero di turno che deciderà se effettuare o meno l'autopsia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fermato tre volte in un giorno: "Voglio godermi la vita, tanto le multe non le pago"

  • Calano ulteriormente i nuovi contagi, meno ricoverati in terapia intensiva

  • Buoni spesa, come richiedere il contributo: 150 euro per ogni componente della famiglia

  • Borrelli allunga la quarantena fino al primo maggio: "Fase 2 forse dal 16"

  • Riccione non si ferma e pensa alla nuova stagione turistica

  • Droga party nel garage per combattere la noia della quarantena

Torna su
RiminiToday è in caricamento