Un'azienda del Riminese entra nel gruppo internazionale del packaging

Successo per la Universal pack di San Giovanni che conta già 150 dipendenti e 40 milioni di fatturato

Universal Pack Srl di San Giovanni in Marignano, circa 150 dipendenti e 40 milioni di fatturato, azienda leader a livello mondiale per la produzione di macchine da imballaggio, fa un ulteriore importante salto di qualità entrando in PACTPACK, la prima Rete di Imprese italiane leader nel settore imballaggio e processo.
Sviluppare il business e aumentare la competitività sul mercato attraverso l’integrazione delle competenze specifiche di ogni società partecipante, coordinare le modalità di accesso a nuovi mercati esteri, promuovendo un’offerta di prodotto integrata, svolgere congiuntamente le attività di promozione e marketing nei mercati esteri individuati, per intraprendere iniziative condivise in linea con le strategie di penetrazione, sono gli obiettivi principali attorno ai quali ha preso vita e si è sviluppata la Rete.
PACKPACT comprende sette produttori nazionali leader nei rispettivi segmenti grazie all’ingresso di nuove aziende che hanno dato fiducia a questo nuovo sistema di fare impresa all’estero. La prima Rete d’Imprese Italiane nei settori Packaging& Processing, comprende quindi oggi: Cama Group  (Lecco) packaging secondario e robot; Universal Pack (Rimini) macchine imballaggio e imbustinatrici; Ronchi Mario (Milano) riempitrici e tappatura; Ilpra (Pavia) termosaldatrici, riempitrici; Makro (Mantova) etichettatrici, imbottigliamento; Tosa Group (Cuneo) avvolgitrici e movimentazioni; Clevertech (Reggio Emilia) palletizzatori.

Nel loro complesso, nel 2018 le aziende della Rete hanno fatturato 300 milioni di euro, dato su cui l’export  ha inciso per l’85%. Il numero dei dipendenti impiegati dalla Rete è pari ad un totale di più di 1.050, con un incremento medio di crescita del 20% registrato negli ultimi due anni. Attraverso le attività promozionali congiunte, le aziende facenti parte della Rete hanno potuto aumentare di oltre il 100% il numero delle fiere partecipate nei nuovi mercati.
Il nome prescelto per questa Rete di Imprese è “PACKPACT”, che sintetizza gli elementi fondanti: il settore (PACK)  e la Rete di imprese (PACT), approfonditi dal playoff “your partener in advanced processing & packaging”.
Il figurativo prescelto ricorda lo stilema della catena genetica, dove gli elementi costituenti sono contraddistinti da un unico e forte DNA: la bandiera del Made in Italy.
Alla presentazione della nuova Rete di Imprese hanno preso la parola a turno rappresentanti di tutte le sette aziende, tra cui il Direttore Commerciale di Universal Pack Marco Nardini. In particolare, Annalisa Bellante, Presidente della Rete (nonché CEO di Cama Group), ha evidenziato che “Cama Group è entrata a far parte della rete d’Imprese con lo scopo di creare un “format”  di aggregazione innovativo, indipendente dalle logiche delle associazioni di categoria, con l’intento di creare realmente sinergie di promozione e di stimolare l’innovazione di settore,  l’internazionalizzazione e quindi la capacità competitiva delle aziende”.
Marco Nardini di Universal Pack ha messo in rilievo che “le aziende sono tra loro complementari e possono così realizzare progetti congiunti che consentono il potenziamento della rete commerciale e l’ampliamento dell’offerta tecnologica. La condivisione, inoltre, di valori e di un codice etico, contribuiscono al miglioramento dei servizi offerti da ogni singola azienda. L’esperienza di Rete ha permesso a noi di Universal Pack di rafforzare la presenza in mercati esteri strategici ed in aree dove non eravamo ancora presenti in maniera strutturata. La partecipazione congiunta alle fiere con aziende che rappresentano i top players dei rispettivi settori di riferimento, inoltre, ha influito positivamente sull’immagine ed il valore percepito di Universal Pack”. Universal Pack Srl , con circa 150 dipendenti e 40 milioni di fatturato, esporta il 90% della produzione. Fondata nel 1965 da Gino Donati, oggi condotta dal figlio Pietro, è un’azienda leader nel mondo per la produzione di macchine da imballaggio per porzioni monodose ad uso alimentare, farmaceutico, chimico  e cosmetico.
Insieme a FOM Industrie e M.T. Srl è promotrice del Progetto “Industry 4 School”, che è giunto quest’anno alla seconda edizione, con il quale vengono selezionati giovani studenti degli Istituti tecnici Industriali del nostro territorio: il progetto formativo aziendale, completamente gratuito e complementare a quello scolastico, costituisce una preziosa opportunità di avvicinamento alla realtà operativa delle imprese e nella prima edizione si è tradotto nell’assunzione di ben sette ragazzi partecipanti, che ora lavorano stabilmente nelle tre aziende.
 

Potrebbe interessarti

  • Bagno in mare dopo mangiato: quanto aspettare?

  • Alternative al Caffè: 9 sostitutivi energizzanti e salutari

  • Come pulire e igienizzare i bidoni della spazzatura

  • Dolori al collo e schiena? Ecco gli esercizi da fare mentre sei al lavoro

I più letti della settimana

  • Jovanotti fa scatenare 40mila fan sulle note dei suoi successi, Romagna mia e l'omaggio a Lucio Dalla

  • Esce dalla farmacia e viene travolto da un'auto, grave un uomo

  • Matrimonio in Comune per Erika e Igor, il primo "sì" della coppia che sarà sposata da Jovanotti

  • Le 'polpette di mammà' come a casa: la prima polpetteria della Romagna apre a Rimini

  • Calendario scolastico 2019/2020, dal primo all'ultimo giorno di scuola. Le vacanze di Natale inizieranno il 24 dicembre

  • Nuove aperture degli scarichi fognari in mare, niente tuffi fino a giovedì

Torna su
RiminiToday è in caricamento