Fugge dalla comunità e si presenta a casa dei genitori che maltrattava

Momenti di paura per la famiglia che si è trovata davanti il 20enne che avrebbe dovuto essere agli arresti

Momenti di paura, nella serata di mercoledì, per una famiglia di Santarcangelo coi genitori che si sono trovati davanti il figlio, agli arresti domiciliari presso una comunità, che li maltrattava. Il giovane, infatti, era finito in manette con l'accusa di maltrattamenti in famiglia e stava scontando la misura cautelare presso la Papa Giovanni XXIII. Fuggito dalla struttura, il 20enne era tornato a casa e i genitori hanno dato l'allarme facendo accorrere una pattuglia dei carabinieri. I militari dell'Arma, dopo aver bloccato il ragazzo, lo hanno arrestato e portato in caserma. Processato per direttissima giovedì mattina, il giudice ha convalidato il fermo e ha disposto nuovamente gli arresti domiciliari presso la stessa comunità.

Potrebbe interessarti

  • "L'ingresso della città tra incuria, degrado e inciviltà"

  • Bagno in mare dopo mangiato: quanto aspettare?

  • Alternative al Caffè: 9 sostitutivi energizzanti e salutari

  • Come pulire e igienizzare i bidoni della spazzatura

I più letti della settimana

  • Le 'polpette di mammà' come a casa: la prima polpetteria della Romagna apre a Rimini

  • Fioritura di alghe, il mare di Rimini si tinge di rosso

  • Tremendo frontale, due feriti in gravi condizioni dopo lo schianto

  • Torna in mare il "Brilla&Billy", lo yacht di Lucio Dalla per anni in darsena a Rimini

  • Autovelox sulla SS16, il comune di Bellaria mette il "punto" sui limiti di velocità

  • Maturità 2019, tutti i diplomati del liceo scientifico Einstein: tanti i "bravissimi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento