Disperso nei boschi di Casteldelci, anziano ritrovato dopo una notte all'addiaccio

L'uomo ha fatto perdere le proprie tracce nella giornata di sabato, scattata l'operazione di ricerca e soccorso in tutto il comune

Sono scattate all'alba di domenica le ricerche, coordinate dal Soccorso Alpino, di un 80enne residente a Casteldelci scomparso nella giornata di sabato. L'anziano, affetto da una malattia neurodegenerativa, era solito fare alcune passeggiate intorno al casolare dove abitava ma, sabato sera, i vicini non l'hanno visto rientrare e hanno iniziato a controllare la zona per poi dare l'allarme. Nella mattinata di domenica sono state avviate le operazioni di ricerca e soccorso che, al momento, stanno vedendo impegnati il personale del Soccorso Alpino, i vigili del fuoco, i carabinieri e i volontari della Protezione Civile intenti a perlustrare i boschi della zona.

Nel pomeriggio di domenica, dopo lunghe ricerche, l'anziano è stato ritrovato in un bosco a diversi chilometri da località Bigotta dove risiedeva. Visto da due anziani, che rientravano dalla messa celebrata dal Vescovo verso le 15, e lo hanno portato a Schigno dove è stato soccorso e rifocillato. Visitato dai sanitari, è stato torvato disidratato ma in buone condizioni e ha raccontato di aver dormito in un campo all'addiaccio probabilmente in località Cà Marcello.