Scossa di terremoto a Santarcangelo, sospesa la circolazione dei treni

Scattate le procedure per le verifiche strutturali dei ponti, convogli in ritardo sulla linea Adriatica

A causa della forte scossa di terremoto che, nel primo pomeriggio di domenica si è verificata con epicentro a Santarcangelo, per motivi di sicurezza è stata sospesa la circolazione dei treni. Il sisma di 4.2, infatti, ha fatto scattare le procedure standard della verifica dei ponti lungo la linea Adriatica e, tra le stazioni di Cesena e Riccione e tra Rimini e Cesenatico, è stato dato lo stop ai convogli. Pesanti i ritardi per i viaggiatori che superano l'ora e mezza. Verso le 16.30 la circolazione è parzialmente ripartita con forti rallentamenti. Dalle 17.10 i treni hanno ripreso a viaggiare a velocità normale. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Rimini usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Rimini il primo caso di contagio in Romagna

  • Coronavirus a Rimini, il malato un cacciatore cattolichino rientrato da una battuta in est Europa

  • Positivo al Coronavirus, scatta la quarantena per chi è venuto a contatto col cattolichino

  • L'ordinanza: chiuso il ristorante dell'uomo colpito dal Coronavirus e tutti i luoghi di aggregazione

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni sospesi fino al 1° marzo in Emilia-Romagna

  • Il ristoratore malato di Coronavirus era rientrato in Italia da pochi giorni

Torna su
RiminiToday è in caricamento