Sfruttamento della prostituzione, il protettore finisce in carcere

Sull'uomo pendeva un mandato di cattura per la revoca della sospensione della pena

E' stato rintracciato a Riccione, dove si aggirava tranquillamente nonostante sulla sua testa pendesse un mandato di cattura, un tunisino 42enne ricercato per sfruttamento della prostituzione. Al nordafricano, infatti, lo scorso 2 luglio il tribunale di Ravenna aveva revocato il decreto di sospensione della condanna. Rintracciato dai militari dell'Arma, lo straniero è stato portato in caserma e, al termine degli accertamenti di rito, trasferito in carcere dove deve scontare una pena residua di 3 anni 11mesi e 29 giorni di reclusione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresa al ristorante: arrivano gli ospiti di 'Ballando con le Stelle'

  • Spaccata nella boutique, razzia di costosi capi di abbigliamento e borse griffate

  • La gelosia e i maltrattamenti dietro il feroce pestaggio di Sant'Andrea in Besanigo

  • Insieme nella vita e nel lavoro, marito e moglie riaprono il supermercato in via della Fiera

  • Fratelli separati alla nascita, la sorella scomparsa riappare a Cattolica dopo 50 anni

  • Un locale del Borgo San Giuliano premiato tra i migliori 50 ristoranti low cost d'Italia

Torna su
RiminiToday è in caricamento