Si addentra nella palude: coltivava 'maria' sulle sponde del Conca

Nel tardo pomeriggio di martedì, a Misano Adriatico, nel corso di un servizio finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, i Carabinieri hanno notato un cittadino nord africano addentrarsi in una zona paludosa

Nel tardo pomeriggio di martedì, a Misano Adriatico, nel corso di un servizio finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, i Carabinieri hanno notato un cittadino nord africano addentrarsi in una zona paludosa lungo la riva del fiume Conca e, insospettiti, hanno deciso di seguirne i movimenti. Quindi, addentratisi nella vegetazione, hanno scovato 2 piante di marijuana già in stato di fluorescenza.

I Carabinieri hanno così intensificato l’individuo che, vistosi scoperto, ha tentato una repentina fuga ma è stato subito dopo rintracciato presso la sua abitazione. Condotto in caserma ed espletate le formalità di rito, K.M., nato in Tunisia classe ’81, è stato denunciato per coltivazione di sostanza stupefacente al fine di spaccio. Le piante, altre circa un metro e mezzo, per 2 kg. di peso sono state sottoposte a sequestro.

Potrebbe interessarti

  • I 10 top ristoranti dove mangiare sano più 3 ristoranti esclusivamente Bio

  • "Il parchetto di Miramare tra sbandati che bivaccano ed escrementi umani ovunque"

  • Lavare le mani: i 7 momenti in cui è fondamentale per evitare infezioni batteriche

  • Caldo in auto: ecco come viaggiare freschi

I più letti della settimana

  • Doppia scossa di terremoto fa tremare la provincia

  • Investimento mortale sulla linea ferroviaria, stop ai treni sulla linea adriatica

  • Tenta di salvare il figlio dal suicidio, l'anziano padre in gravi condizioni

  • Il Sole 24 ore incorona Rimini come capitale dell’italian lifestyle

  • Notte brava con trans e cocaina, pizzaiolo rapinato dopo il festino

  • Smontano la cassaforte nella stanza dell'hotel e fuggono con 40mila euro di gioielli

Torna su
RiminiToday è in caricamento