Si addentra nella palude: coltivava 'maria' sulle sponde del Conca

Nel tardo pomeriggio di martedì, a Misano Adriatico, nel corso di un servizio finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, i Carabinieri hanno notato un cittadino nord africano addentrarsi in una zona paludosa

Nel tardo pomeriggio di martedì, a Misano Adriatico, nel corso di un servizio finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, i Carabinieri hanno notato un cittadino nord africano addentrarsi in una zona paludosa lungo la riva del fiume Conca e, insospettiti, hanno deciso di seguirne i movimenti. Quindi, addentratisi nella vegetazione, hanno scovato 2 piante di marijuana già in stato di fluorescenza.

I Carabinieri hanno così intensificato l’individuo che, vistosi scoperto, ha tentato una repentina fuga ma è stato subito dopo rintracciato presso la sua abitazione. Condotto in caserma ed espletate le formalità di rito, K.M., nato in Tunisia classe ’81, è stato denunciato per coltivazione di sostanza stupefacente al fine di spaccio. Le piante, altre circa un metro e mezzo, per 2 kg. di peso sono state sottoposte a sequestro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccata nella boutique, razzia di costosi capi di abbigliamento e borse griffate

  • Insieme nella vita e nel lavoro, marito e moglie riaprono il supermercato in via della Fiera

  • Fratelli separati alla nascita, la sorella scomparsa riappare a Cattolica dopo 50 anni

  • Un locale del Borgo San Giuliano premiato tra i migliori 50 ristoranti low cost d'Italia

  • Investe una donna con i suoi tre cani sulle strisce pedonali e scappa: è caccia al pirata

  • Tenta il gesto estremo sui binari del treno, salvata appena in tempo dai carabinieri

Torna su
RiminiToday è in caricamento