Sicurezza, dalla Notte Rosa alla kermesse di Jovanotti: bilancio positivo

La Prefettura: "Controllati centinaia di mezzi e più di 1300 persone. Il lavoro in sinergia con forze dell'ordine e comuni ha dato risultati soddisfacenti"

"Anche quest’anno la stagione estiva si è aperta con numerosi e rilevanti eventi che hanno comportato un considerevole afflusso di persone sul territorio. Una sfida che ha visto, anche nelle ultime importanti manifestazioni quali “la Notte Rosa” e “il Jova Beach Party”, l’impegno di tutte le componenti istituzionali – enti locali, forze di polizia, Vigili del Fuoco, componenti della Protezione Civile, Autorità Sanitarie - che hanno profuso il massimo, efficace sforzo per garantire la migliore realizzazione degli eventi in piena sicurezza", scrive in una nota il vice prefetto Amabile.

"L’evento “la Notte Rosa”, svoltosi nell’ultimo weekend e che ha visto il flusso di due milioni e mezzo di persone sulla sola costa romagnola, è stato caratterizzato da un’ampia gamma di manifestazioni e di intrattenimenti di natura diversa, tali da soddisfare diversi target di pubblico. Le amministrazioni comunali della riviera e più Comuni dell’entroterra sono stati artefici di uno sforzo organizzativo che ha contribuito a caratterizzare le giornate dal 5 al 7 luglio come l’apertura formale dell’estate, dopo l’evento riminese della “Molo Street Parade”.

Capillare è stata l’attività delle Forze di polizia, statali e locali, che hanno effettuato, in occasione degli eventi legati a “la Notte Rosa”, controlli su più di 1330 persone e oltre 830 mezzi, con conseguenti contestazioni di circa 400 violazioni amministrative, prevalentemente connesse al mancato rispetto delle norme del Codice della Strada e di ordinanze sindacali di divieto di utilizzo di bottiglie di vetro.
Nel medesimo contesto, il controllo delle Forze di polizia è stato particolarmente pregnante ed efficace anche al fine di prevenire e contrastare la commissione di illeciti. Sono stati, infatti, contestati circa cinquanta reati, tra cui lo spaccio di sostanze stupefacenti. Analogamente, pienamente lusinghieri possono ritenersi i risultati conseguiti, sotto il profilo della sicurezza, durante lo svolgimento del “Jova Beach Party” grazie alla sinergica azione di tutti gli attori istituzionali.

Le attività organizzative, sebbene rese più difficoltose dalle avverse condizioni atmosferiche delle ore antecedenti l’evento, sono state pienamente efficaci ed efficienti, consentendo sia lo svolgimento dell’evento musicale in condizioni di massima sicurezza che il regolare deflusso di oltre quarantamila persone al termine dello spettacolo. Le forze di polizia hanno effettuato controlli su circa 170 persone e un centinaio di mezzi. All’indomani della kermesse di eventi si ritiene di delineare un bilancio sicuramente positivo che vede, ancora una volta, i Comuni della provincia vincenti protagonisti di manifestazioni ed iniziative particolarmente attrattive in un contesto di piena sicurezza.
 

Potrebbe interessarti

  • Bagno in mare dopo mangiato: quanto aspettare?

  • Alternative al Caffè: 9 sostitutivi energizzanti e salutari

  • Come pulire e igienizzare i bidoni della spazzatura

  • Dolori al collo e schiena? Ecco gli esercizi da fare mentre sei al lavoro

I più letti della settimana

  • Jovanotti fa scatenare 40mila fan sulle note dei suoi successi, Romagna mia e l'omaggio a Lucio Dalla

  • Esce dalla farmacia e viene travolto da un'auto, grave un uomo

  • Matrimonio in Comune per Erika e Igor, il primo "sì" della coppia che sarà sposata da Jovanotti

  • Le 'polpette di mammà' come a casa: la prima polpetteria della Romagna apre a Rimini

  • Calendario scolastico 2019/2020, dal primo all'ultimo giorno di scuola. Le vacanze di Natale inizieranno il 24 dicembre

  • Nuove aperture degli scarichi fognari in mare, niente tuffi fino a giovedì

Torna su
RiminiToday è in caricamento