Sottopassi chiusi e allagamenti, disagi per la pioggia incessante

Secondo le previsioni di Arpae la pioggia dovrebbe continuare fino alla giornata di sabato per poi lasciare il posto a un freddo siberiano

Le perduranti piogge, che dalla notte continuano in maniera insistente a colpire l’intera regione e il territorio comunale, stanno ingrossando i corsi d’acqua e la rete idrica riminese. Una situazione sotto il controllo fin dal mattino di ieri da parte della struttura comunale della Protezione civile e della Polizia municipale nonché dai tecnici di Hera e del Consorzio di Bonifica in strettissimo contatto tra loro che monitorano in  tempo reale l’andamento delle acque. Una situazione che seppur al momento non presenta criticità particolari, se non nel sottopasso delle Celle sulla via Sacramora che è stato temporaneamente inibito alla circolazione. Allagamenti della sede stradale vengono segnalati a macchia di leoprado in tutto il riminese mentre, a Riccione, il personale della polizia Municipale sta monitorando continuamente la situazione.

Sia la Polizia municipale di Rimini che Anthea hanno predisposto nei prossimi giorni servizi notturni H24 per continuare a monitorare nella sua evoluzione la situazione meteorologica. E’ proseguito, anche nella mattinata odierna, il preventivo monitoraggio da parte dei tecnici della direzione dei lavori pubblici del Comune di Rimini e di Anthea sul patrimonio edilizio pubblico, a partire dalle scuole. Verifiche già partite nei giorni scorsi, con le prime avvisaglie del maltempo, e tuttora in corso. Al momento, non sono segnalate situazioni di particolare criticità.

A Riccione, nel pomeriggio di venerdì, si è resa necessaria la chiusura dei sottopassaggi di viale Agneloni e via Grotta a causa dell'allagamento della sede stradale. L’Amministrazione comunale di Santarcangelo ha predisposto un piano per far fronte all’allerta meteo dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile che prevede per i prossimi giorni, condizioni metereologiche particolarmente avverse. Per il fine settimana sono infatti previste precipitazioni nevose anche a bassa quota seguite da un brusco abbassamento delle temperature con conseguenti  nevicate, gelate e fenomeni di criticità idraulica e idrogeologica. I terzisti allertati per lo spazzamento della neve e per lo spargimento del sale sono una decina a cui si aggiungono i tecnici dell’Amministrazione comunale che rimarranno operativi per l’intera durata dell’allerta. Le priorità del piano riguardano la sicurezza delle persone e della viabilità stradale, nonché il mantenimento di sufficienti condizioni di fluidità della circolazione, la cui interruzione o rallentamento può estendersi rapidamente anche a vaste porzioni della rete stradale. Come previsto dal Piano neve il servizio di spargimento sale e sgombero neve sono effettuati da imprese esterne fornite di adeguati automezzi, non essendo il Comune di Santarcangelo in possesso di attrezzature e personale sufficiente per il mantenimento in condizioni di sicurezza della viabilità.

I dati pubblicati in tempo reale da Arpae indicano con una tendenza pari allo 0 alle ore 12 di oggi una situazione di stabilità del torrente Ausa nelle ultime 24 ore dopo il picco della prima mattina del livello, così come per il fiume Marecchia le cui acque stanno viaggiando a un livello superiore di 1 metro e 38 rispetto alla norma ma anch’esso in decremento nelle ultime 24 ore (-6). Le previsioni di Arpae sul riminese danno il maltempo in attenuazione e prevede per la mattinata di sabato sulla costa molto nuvoloso con piogge deboli, sui rilievi molto nuvoloso con deboli nevicate sopra 800 m; nel pomeriggio molto nuvoloso; dalla sera sulla costa molto nuvoloso con piogge deboli, sui rilievi molto nuvoloso con deboli nevicate sopra 200 m. Temperature minime del mattino comprese tra -2 C sui rilievi e 6 C sulla costa, massime pomeridiane comprese tra 0 C sui rilievi e 8 C sulla costa. Velocità massima del vento compresa tra 48 (rilievi) e 64 km/h (costa). Mare molto mosso, dalla sera mare molto mosso con tendenza ad attenuazione del moto ondoso. Continua a rimanere alta l’attenzione della Protezione civile regionale che ha mantenuto il livello arancione fino alla mezzanotte di sabato per le zone B1 e B2, in cui è compreso il territorio riminese, sia per criticità idraulica che per criticità idrogeologica.

“La perturbazione ancora presente sul nostro territorio – scrive l’Arpae nell’allerta n. 25 delle 12.19 di oggi - determinerà condizioni di maltempo ancora per la prima parte della giornata di sabato 24 febbraio. Si avranno precipitazioni deboli a carattere nevoso a partire da quote collinari, con accumuli dell'ordine di 10-20 cm progressivi dalla collina alla montagna, in attenuazione ed esaurimento durante la giornata. Per il resto del territorio piogge deboli in progressivo esaurimento. Nella mattinata persiste una ventilazione sostenuta lungo la fascia costiera e il mare con valori di intensità del vento forte dell'ordine di 50-61 km/h. Il mare nelle prime ore del giorno risulterà agitato al largo (altezza pari a circa 3 m); è prevista una temporanea attenuazione del moto ondoso nelle ore centrali del giorno e una nuova ripresa in serata ad iniziare dal largo.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresa al ristorante: arrivano gli ospiti di 'Ballando con le Stelle'

  • Spaccata nella boutique, razzia di costosi capi di abbigliamento e borse griffate

  • Insieme nella vita e nel lavoro, marito e moglie riaprono il supermercato in via della Fiera

  • Fratelli separati alla nascita, la sorella scomparsa riappare a Cattolica dopo 50 anni

  • Un locale del Borgo San Giuliano premiato tra i migliori 50 ristoranti low cost d'Italia

  • Investe una donna con i suoi tre cani sulle strisce pedonali e scappa: è caccia al pirata

Torna su
RiminiToday è in caricamento