Stroncato da un malore improvviso, la città piange la scomparsa di Fabio Tomasetti

Presidente dell’Istituto Storico della Resistenza e per anni funzionario e poi dirigente in diversi enti locali riminesi

Un malore improvviso che non gli ha lasciato scampo. E' deceduto martedì mattina, per un attacco cardiaco, l'archietto Fabio Tomasetti, presidente dell’Istituto Storico della Resistenza e per anni funzionario e poi dirigente in diversi enti locali riminesi; avrebbe compiuto 66 anni il prossimo 22 febbraio. La notizia della prematura scomparsa ha fatto il giro della città e tanti rappresentati delle istituzioni lo hanno ricordato a partire dal sindaco, Andrea Gnassi, che su Facebook ha scritto: "Un grande lavoratore e un grande uomo, con mille idee e altrettanti entusiasmi per la Rimini che abbiamo sempre voluto, più bella e libera. Ciao Fabio, amico mio. Un forte abbraccio a Patrizia e ai figli, Michele e Camilla".

Il presidente della Provincia di Rimini Riziero Santi ha appreso con sgomento e profondo dolore la notizia della scomparsa dell’architetto Fabio Tomasetti, per tanti anni dirigente dell’Amministrazione provinciale, andato in pensione nel 2016. Queste le sue parole: “Nell’esprimere tutta la mia vicinanza alla famiglia, anche a nome dell’intera Amministrazione e dei suoi colleghi e amici, voglio ricordare Fabio per il grande professionista, lo studioso, l’amico che è stato. La nostra era una conoscenza di lunga data e negli anni avevo imparato ad apprezzarne le doti umane, il rigore e la passione che metteva nel lavoro, la mente sempre aperta e curiosa che lo spingeva a non fermarsi mai. Fabio era un uomo capace di mettersi sempre alla prova, di accettare nuove sfide, come dimostra la sua più recente avventura come presidente dell’Istituto per la storia della Resistenza e dell’Italia contemporanea della provincia di Rimini. Fabio ha avuto una vita piena nel vero senso della parola, una vita ricca di esperienze. Aveva una splendida famiglia, ha avuto una carriera professionale brillante ed era anche uno studioso che ci ha lasciato libri sulla storia urbanistica di Rimini. Fabio era un uomo con tanti interessi e tante passioni che una vita sola non sarebbe bastata. E invece se n’è andato all’improvviso troppo, troppo presto.”

Il sindaco Renata Tosi si unisce al cordoglio per la scomparsa prematura dell’architetto Fabio Tomasetti. “Vorrei esprimere le mie condoglianze alla famiglia, alle sorelle, a quanti hanno lavorato con lui anche qui al Comune di Riccione e a tutti gli amici dell’architetto Fabio Tomasetti. Vorrei manifestare loro tutta la mia vicinanza e il mio affetto per questa perdita prematura che ci lascia tristi e sconcertati. In queste prime ore di lutto, credo che poter sentire la vicinanza degli amici, delle persone che hanno stimato l’architetto Tomassetti e i suoi cari, sia molto importate. Il mio pensiero di vicinanza è per loro”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruspa come ariete per mettere a segno la spaccata nel supermercato

  • Estetista abusiva pizzicata a lavorare in casa senza permessi

  • Bollo auto: ecco cosa cambia nel 2020

  • Oggi Simoncelli avrebbe compiuto 33 anni: buon compleanno Sic

  • In casa oltre 33mila euro falsi, autotrasportatore arrestato dai carabinieri

  • Alberta Ferretti sfila con la nuova collezione a Rimini e sarà uno show in omaggio a Fellini

Torna su
RiminiToday è in caricamento