Successo per il corso di difesa personale organizzato dai carabinieri a Bellaria

Lo scopo dell’Arma attraverso tali iniziative è proprio quello di convincere a rivolgersi alle Forze dell’Ordine quanti, in passato, per timore o vergogna, omettevano di denunciare

Anche quest’anno, il Comando Provinciale dei Carabinieri di Rimini, con il patrocinio del Comune di Bellaria Igea Marina e la collaborazione del “Centro Sportivo Gelso Sport”, ha organizzato un corso di difesa personale di 1° livello dedicato alle donne interessate ad apprendere tecniche basilari di difesa personale per non essere colte impreparate qualora si sia vittime di malintenzionati o stalker.  L’iniziativa, completamente gratuita, articolata su quattro lezioni con cadenza settimanale, si è conclusa il 28 novembre scorso con la consegna degli attestati a tutte le partecipanti. Il corso è stato condotto da un istruttore qualificato dell’Arma dei Carabinieri, Luogotenente C.S. Antonio Amato, Comandante della Stazione Carabinieri di Bellaria, e dalla Dott.ssa Francesca Forlazzini, psicologo messo a disposizione dal Comune di Bellaria Igea Marina.

Numerosissime le adesioni, che sono andate al di là delle aspettative degli organizzatori: 70 donne, di tutte le età e le classi sociali, hanno partecipato alle 4 lezioni. Un numero significativo che denota una sempre maggiore fiducia delle vittime di rivolgersi alle forze dell’ordine anche al verificarsi di reati particolarmente riprovevoli, come quelli in danno delle cosiddette fasce deboli. Durante il corso molte delle partecipanti, oltre a seguire con attenzione le dimostrazioni pratiche, hanno fatto diverse domande, ottenendo consigli sul cosa fare qualora si sia vittime di reato.

Lo scopo dell’Arma attraverso tali iniziative è proprio quello di convincere a rivolgersi alle Forze dell’Ordine quanti, in passato, per timore o vergogna, omettevano di denunciare. Ed è proprio in tale ottica che presso il Comando Provinciale di Rimini, precisamente presso la Tenenza di Cattolica e la Compagnia di Novafeltria, sono state create due “Stanze tutte per Sé”: un progetto promosso, su scala nazionale, dall’associazione “Soroptimist International d’Italia” d’intesa con il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri che si prefigge di fornire all’interno delle strutture dell’Arma uno spazio accogliente per tutte le vittime di episodi di violenza di genere.

Potrebbe interessarti

  • Aiuto! Ho le formiche in casa: ecco come allontanarle

  • Come allontanare api, vespe e calabroni con rimedi naturali

  • Arredare casa al mare: idee e consigli per l'arredo perfetto

  • Cervicale: sintomi, rimedi ed esercizi

I più letti della settimana

  • Violento temporale notturno, scaricati in mare i liquami fognari scatta lo stop alla balneazione

  • Maxi concorso in Regione, l'Emilia-Romagna pronta ad assumere quasi 1500 persone

  • Rinuncia alla plastica e aumenta i clienti: una gastronomia riminese batte oltre 20mila scontrini dopo la svolta green

  • Temptation Island 2019, la coppia di riminesi "scoppia" alla prima puntata

  • Schianto in moto alla rotonda alle porte di San Giovanni: grave un 23enne soccorso con l'elimedica

  • Il programma definitivo dei concerti gratuiti per la Notte Rosa 2019

Torna su
RiminiToday è in caricamento