Tenta di rapinare una donna, poi prende a calci e morsi i poliziotti: arrestato

I poliziotti, durante un normale servizio di pattugliamento, hanno notato un 32enne di nazionalità albanese che indicava la presenza di un soggetto che si stava allontanando velocemente a piedi

Si è scagliato contro i poliziotti con calci, pugni e morsi dopo aver tentato di rapinare una donna sotto la minaccia di un coltello. Un 23enne ghanese, irregolare in Italia e con numerosi precedenti penali alle spalle (condanna per resistenza violenza a Pubblico Ufficiale e furto nonché una denuncia per violenza sessuale e porto d’armi e oggetti atti ad offendere). Il rocambolesco episodio si è consumato nella tarda serata di martedì in Piazza Malatesta. I poliziotti, durante un normale servizio di pattugliamento, hanno notato un 32enne di nazionalità albanese che indicava la presenza di un soggetto che si stava allontanando velocemente a piedi da Piazza Malatesta verso Piazza Cavour.  

Nello specifico lo stesso ha riferito che il 23enne aveva tentato di rapinare una 46enne originaria del Kazakhistan, avvicinandosi da dietro e minacciandola con un coltello mentre era scesa dal proprio veicolo per caricare alcuni effetti personali. La donna si è difesa spintonando il soggetto, e il 32enne, assistendo alla scena, ha urlato costringendo alla fuga il 23enne, inseguendolo a piedi senza mai perderlo di vista. I poliziotti hanno intimato al giovane di fermarsi, ma quest’ultimo, di tutta risposta, si è scagliato con così tanta violenza contro di loro tirando calci e pugni e cercando di morderli, che, con non poca fatica, sono riusciti a contenerlo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Accompagnato negli uffici della Questura, aveva con se diversi involucri di cellophane contenenti marjuana, e il coltello a serramanico utilizzato nel tentativo di rapinare la signora. L'extracomunitario è stato così arrestato per tentata rapina aggravata, resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale, nonché porto abusivo di armi e detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio. Mercoledì è comparso davanti al giudice per il processo per direttissima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amici o fidanzati non conviventi in auto: quali sono le regole da seguire?

  • Il coronavirus uccide altre due anziane. Due nuove positive al covid: erano asintomatiche

  • Trucca lo scontrino per pagare meno la spesa, denunciato per truffa

  • Sacerdote riminese allontanato dalla diocesi, su di lui indagine per droga e pedopornografia

  • Grave incidente nella notte, un ferito ricoverato in Rianimazione

  • Nuovi casi di Covid-19 tutti asintomatici, decisa regressione dell'epidemia

Torna su
RiminiToday è in caricamento