Tentano di incassare i Gratta&Vinci rubati, arrestata banda di rapinatori

I due erano entrati in azione lo scorso luglio in una tabaccheria di Rimini asportando i tagliandi

L'obiettivo era quello di incassare i Gratta&Vinci vincenti rubati nella tabaccheria "L'angolo della fortuna" di Rimini ma, i malviventi, sono stati traditi dalle loro impronte digitali e arrestati dai carabinieri. Il colpo era stato messo a segno lo scorso luglio quando, i rapinatori, avevano aggredito il titolare della rivendita di tabacchi per impossessarsi dei tagliandi della lotteria istantanea. Un pacco completo del valore di 4500 euro che, una volta fatto sparire, era stato accuratamente gratto dai malviventi in cerca dei biglietti vincenti.

Gli inquirenti dell'Arma, dopo essere risaliti ai numeri di serie, erano partiti alla ricerca delle ricevitorie dove erano stati incassati per un totale di 1500 euro scoprendo che erano stati presentati in due tabaccherie di Rimini e una di Riccione. Sui Gratta&Vinci, analizzati dagli esperti dei carabinieri, sono state trovate le impronte digitali di due napoletani di 47 e 46 anni e, le loro fisionomie, sono state comparate coi filmati delle telecamere a circuito chiuso avevano immortalato i rapinatori in azione nella tabaccheria. I malviventi sono stati così smascherati e, nella mattinata di mercoledì, sono stati arrestati uno a Napoli e uno a Villafranca di Verona con l'accusa di rapina aggravata e lesioni in concorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima lo schianto con il guard-rail, poi la tragica carambola: un morto sull'Adriatica

  • Salvini infiamma Santarcangelo, ma non riesce a raggiungere la piazza

  • Stroncato da un malore durante la pedalata, ciclista perde la vita in strada

  • Le scuole superiori che preparano meglio all'Università o al lavoro: la classifica della Provincia

  • Il ristorante compie 50 anni: "Mia mamma lo aprì per dare lavoro a me e mio fratello"

  • Addio a Roberto Casadei, un cantore della Romagna

Torna su
RiminiToday è in caricamento