Il terremoto generato dalla Placca Adriatica che scivola sotto l'Appennino

Ricalcolata dall'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia la magnitudo del sisma che si è verificato nella notte tra lunedì e martedì

E' stata ricalcolata in 4,3 la magnitudo del terremoto avvenuto a 11 chilometri da Ravenna, a mezzanotte e 3 minuti (LEGGI LA NOTIZIA). Lo rende noto l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) alla luce dei calcoli che vengono fatti dopo le prime stime, date in automatico. Per la scossa, che non ha comunque provocato danni a cose o persone, già nella mattinata di martedì i tecnici del Comune di Rimini erano stati allertati per effettuare sopralluoghi di controllo nelle scuole del territorioSecondo l'Ingv il terremoto è collegato a quello che si era verificato nel riminese lo scorso 18 novembre, con una magnitudo 4.2 (LEGGI LA NOTIZIA), perché è stato generato dallo stesso meccanismo geologico, ossia "dalla placca adriatica che sta scendendo al di sotto dell'Appenino. Non c'è alcun collegamento, invece, con la sequenza sismica dell'Italia Centrale". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbornia di San Valentino, fermata una dottoressa ubriaca fradicia alla guida: ritirate 18 patenti

  • Gli amici del bar non lo vedono da giorni, ritrovato cadavere in casa

  • Vent'anni fa l'arrivo dal Senegal, la sfida di Sonia: "Apro la mia trattoria romagnola"

  • Il Comune pronto a demolire balconi trasformati in verande e sale da pranzo coperte

  • Non pedala sulla pista ciclabile, ciclista multato dai carabinieri

  • Truffatore seriale arrestato a Rimini, su di lui un mandato di cattura europeo

Torna su
RiminiToday è in caricamento