Troupe della Rai svaligiata dell'attrezzatura, individuato uno dei colpevoli

Il malvivente è stato tradito dal guidare un'auto troppo vistosa e da un'impronta digitale lasciata sul luogo del crimine

Il personale della Squadra mobile della Questura di Rimini, in collaborazione coi colleghi di Napoli, ha individuato e arrestato un 39enne partenopeo ritenuto, insieme a un complice, l'autore di un furto ai danni di una troupe della Rai. Il colpo era stato messo a segno lo scorso luglio, nel cuore del centro storico riminese, e aveva visto i malviventi impossessarsi di costose attrezzature video lasciate all'interno di una vettura parcheggiata in piazza Malatesta. Gli inquirenti della polizia di Stato, nel corso dell'indagine, si erano insospettiti su come i malviventi fossero andati a colpo sicuro. Secondo quanto emerso, i dipendenti della Rai avevano fatto alcune riprese nella zona della darsena per poi andare a pranzare in centro storico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'ipotesi investigativa era che, qualcuno, li avesse notati per poi seguirli passo a passo in attesa del momento propizio. Facendo a ritroso il percorso della troupe e analizzando i filmati delle telecamere a circuito chiuso, gli inquirenti si sono accorti che l'auto era seguita da una Lancia Delta dai vistosi cerchi in lega. Nel frattempo, gli esperti della Scientifica hanno analizzato parte di un'impronta digitale lasciata dai malviventi sul luogo del colpo ed è emerso che apparteneva a una persona già nota alle forze dell'ordine per numerosi reati contro il patrimonio. Il proseguo delle indagini ha quindi permesso di appurare che l'indiziato, in altre occasioni, era stato controllato a bordo di una Lancia Delta corrispondente a quella rilevata nelle immagini, in compagnia di altri soggetti noti. Inoltre, da un controllo dei traffici telefonici, il giorno del furto il 39enne risultava essere a Rimini insieme ad un’altra persona, con il quale aveva mantenuto frequenti contatti telefonici. L’uomo è stato rintracciato a Napoli e associato presso la locale Casa Circondariale a disposizione dell’ autorità giudiziaria partenopea.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La vittima dei truffatori: "Mi sono fatto fregare da una banda di quaquaraquà"

  • Il suo cuore si spegne davanti agli occhi degli amici: muore a 22 anni

  • Perde il controllo dell'auto e si schianta davanti al ristorante

  • Coronavirus, i contagi tornano a salire: 12 nuovi casi

  • Schianto tra due centauri, uno si "infila" nella cuspide piena d'acqua

  • Colpo al traffico di "bianca": arrestato pusher con più di 300 grammi di cocaina

Torna su
RiminiToday è in caricamento