Truffatore seriale ricercato pizzicato dalla squadra Mobile in un residence

L'uomo aveva messo a segno una lunga serie di raggiri attraverso delle finte vendite sui siti on line

E' stato arrestato nella amttinata di martedì, dal personale della squadra Mobile della Questura di Rimini, un truffatore seriale ricercato in tutta Italia. L'uomo, un 44enne di origini napoletane e vecchia conoscenza delle forze dell'ordine, è stato pizzicato dagli inquirenti in un residence di Riccione, dove alloggiava da un paio di giorni ed è stato ammanettato. Su di lui pendeva un mandato di arresto, emesso da oltre 1 anno, in quanto doveva scontare una condanna definitiva a 1 anno e 4 mesi di reclusione per una lunga serie di raggiri. Il 44enne, infatti, attraverso un portale on-line metteva in vendita consolle e giochi ma, dopo aver incassato i soldi, spariva facendo perdere le prorpie tracce. Portato in Questura, al termine delle pratiche di rito è stato trasferito nel carcere riminese dei "Casetti" e, al momento, sono in corso ulteriori indagini da parte degli inquirenti della Mobile per scoprire i motivi che avevano portato il truffatore a Riccione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spot choc a danno della Riviera per promuovere la Calabria, rispetto al nord a rischio Covid

  • Suv tira dritto alla rotatoria, mamma e figlio in scooter centrati in pieno

  • Tragedia sulle strade, militare di stanza a Rimini perde la vita con la figlia 13enne

  • Movida senza mascherine, nei guai diversi locali: multati anche baristi e clienti

  • Malore fatale in mare, turista perde la vita sulla battigia

  • Fiamme nel condominio, i residenti evacuati dai vigili del fuoco

Torna su
RiminiToday è in caricamento