Ucciso con 7 colpi di pistola, chiesto l'ergastolo per il killer del Rio Agina

La richiesta del pubblico ministero ha tenuto conto dell'efferata modalità e della premeditazione usata da Paoulin Nikaj autore dell'omicidio di Nimet Zyberi

Il pubblico ministero Marino Cerioni, nella sua requsitoria, ha chiesto alla Corte d'Assise la condanna all'ergastolo, con l'isolamento diurno per 6 mesi, nei confronti di Paoulin Nikaj accusato di aver ucciso con 7 colpi di pistola il connazionale Zyberi Nimet il 17 marzo del 2014 nel parcheggio della Conad di Misano Adriatico. Nikaj era stato arrestatodopo una latitanza all'estero favorita da alcuni parenti e deve rispondere di omicidio volontario aggravato dalla premeditazione, dalla presenza della moglie incinta e dei figli minori della vittima e dai futili motivi. Difeso dagli avvocati Cesare e Roberto Brancaleoni, l'albanese è reo confesso per quell'uccisione eseguita nel parcheggio con 7 colpi di pistola. Nella prossima udienza, fissata per il 5 marzo, si concluderanno le repliche della difesa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbornia di San Valentino, fermata una dottoressa ubriaca fradicia alla guida: ritirate 18 patenti

  • Gli amici del bar non lo vedono da giorni, ritrovato cadavere in casa

  • Dramma in stazione, giovane si lancia contro il treno: modifiche alla circolazione

  • Avvelena il proprio cane con del topicida, il sadico proprietario denunciato

  • Macabra scoperta, ritrovato cadavere nel porto

  • Non pedala sulla pista ciclabile, ciclista multato dai carabinieri

Torna su
RiminiToday è in caricamento