Una dozzina i temerari che a Misano hanno sfidato le onde gelide

Un folto pubblico di curiosi ad assistere al bagno fuori stagione per poi brindare con thè vin brulè

Nemmeno il vento gelido e la temperatura vicina allo zero hanno fermato questa mattina le impavide befane che alle 11 nel tratto di mare antistante piazzale Roma hanno deciso di tuffarsi in acqua. Circa una dozzina di temerari dei comitati di Misano Cella e Misano Santamonica e di atleti di Misano Podismo sono così scesi in acqua tra un folto pubblico di curiosi che assisteva alla scena. Per la cronaca, la temperatura dell’acqua era di 5 gradi mentre quella atmosferica di un grado superiore. A riscaldare le befane ci ha pensato l’Avis che ha offerto del thè e del vin brulè.
Nel pomeriggio poi le befane sono arrivate in piazza della Repubblica a bordo della loro scopa accompagnate dalla banda dei babbi Natale. In piazza, la compagnia “Gambeinspalla” ha messo in scena uno spettacolo di bolle e sapone a cui è seguito lo show di acrobazie ed equilibrismo di Chiara Vitale.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    In fiamme il gazebo del ristorante, si sospetta incendio doloso

  • Cronaca

    Sesso, prostituzione e ricatti: un filo lega l'omicidio di Makha Niang ai due albanesi arrestati

  • Cronaca

    Notte Rosa 2018: “Pink your life” è lo slogan della 13esima edizione

  • Cronaca

    Busta sospetta all'Agenzia delle Entrate, intervengono artificieri e vigili del fuoco

I più letti della settimana

  • "I passeggeri filmavano col cellulare l'agonia del ragazzo investito dal treno"

  • Frenata disperata, poi il violento schianto: scooterista perde la vita

  • Dramma sui binari: ragazzo travolto da un treno nella stazione di Riccione

  • Dramma sui binari: persona travolta da un treno a Santarcangelo

  • Trovato morto sulla panchina nella notte, per gli inquirenti è omicidio

  • Moto si schianta contro un'auto, centauro sbalzato a metri di distanza: è gravissimo

Torna su
RiminiToday è in caricamento