Unione di Comuni, studio di fattibilità per rendere l'ente più efficiente

È quanto ha stabilito nei giorni scorsi la Giunta, composta dai sindaci dei dieci Comuni della Valmarecchia

Uno studio di fattibilità per aggiornare gli assetti organizzativi, istituzionali e operativi, con l’obiettivo di rendere l’Unione di Comuni più efficiente ed efficace, in seguito alle mozioni approvate dai Consigli comunali di Santarcangelo e Novafeltria, nonché al recente pensionamento delle due figure dirigenziali dell’Ente. È quanto ha stabilito nei giorni scorsi la Giunta, composta dai sindaci dei dieci Comuni della Valmarecchia, con un atto d’indirizzo che dà mandato all’Amministrazione comunale di Santarcangelo di avviare le procedure per la realizzazione dello studio, anche ricorrendo a soggetti qualificati esterni all’Ente.

Lo studio di fattibilità dovrà presentare alla Giunta diverse opzioni per ridefinire l’assetto organizzativo dell’Unione, a partire da un’analisi approfondita dei servizi erogati che tenga conto di criteri di economicità – a partire da approfonditi riscontri contabili – e qualità, con l’intento di migliorare l’offerta di servizi ai cittadini. Una scelta di rilevante valore strategico a fronte dei numerosi e importanti servizi gestiti dall’Unione in forma associata, dei quali sarà esaminato anche l’andamento storico: servizi Sociali, Sportello unico attività produttive, Polizia locale, Ufficio unico del personale, Protezione civile, servizio Informatico.

Lo studio – si legge nella delibera di Giunta – dovrà essere realizzato nelle forme e con le modalità tecniche più economiche, tenendo conto inoltre dei tempi di realizzazione, anche avvalendosi di competenze esterne all’Ente purché di provata qualità ed esperienza professionale.

Da parte loro, i sindaci dei dieci Comuni dovranno garantire la massima collaborazione ai tecnici dell’Unione, in particolare fornendo tutti i dati necessari per l’elaborazione dello studio con la migliore tempestività. "L’atto di indirizzo approvato dalla Giunta è un’ottima notizia per l’Ente Unione - dichiara il presidente dell’Unione di Comuni, Marcello Fattori - perché rappresenta un significativo passo in avanti verso una revisione dell’assetto organizzativo ormai non più rinviabile. La decisione, assunta in maniera collegiale e concertata dai dieci sindaci della Valmarecchia, consente ai Comuni di riallinearsi nuovamente verso un obiettivo condiviso, dopo che nei mesi e nei giorni scorsi abbiamo assistito a prese di posizione pubbliche non sempre centrate sul tema. Ora si tratta di individuare le modalità più efficaci per la realizzazione dello studio – conclude Fattori – affinché i sindaci possano poi scegliere la soluzione migliore tra quelle che emergeranno dall’analisi".
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Sport

    Il Sudtirol si dimostra cinico nella sua tana: ko di misura per il Rimini

  • Sport

    Basket, alla Rinascita riesce tutto facile anche ad Anzola

  • Cronaca

    Lavoratori irregolari o in nero nel territorio riminese: maxi operazione della Finanza

  • Cronaca

    Ruba una damigiana di vino e spintona il proprietario: arrestato e condannato a 2 anni

I più letti della settimana

  • Litiga con la compagna e si da fuoco davanti a lei, in gravi condizioni al "Bufalini"

  • Apre un nuovo supermercato, si cercano dipendenti: un Job Day per selezionare 50 persone

  • Incidente durante la Messa, sacerdote finisce al pronto soccorso

  • I vicini non lo vedono uscire di casa, aprono la porta e lo trovano cadavere

  • Il trasporto è troppo eccezionale, la barca rimane incastrata nella curva

  • Titolare di agenzia viaggi scappa coi soldi dei clienti

Torna su
RiminiToday è in caricamento