Vendita di prodotti pericolosi, controlli della Municipale: denunciati tre negozianti

La Polizia Municipale ha infine provveduto a segnalare i commercianti ai competenti organi per sospetti fenomeni di elusione/evasione fiscale

Continua l’attività della Polizia Municipale di Rimini sul fronte dell’abusivismo commerciale. In particolare la scorsa settimana, gli agenti in servizio al distaccamento di Viserba si sono concentrati sul contrasto alla diffusione di prodotti pericolosi per i consumatori, controllando la merce in vendita in dieci  attività commerciali al dettaglio di bigiotteria. I controlli hanno portato alla denuncia di tre commercianti, titolari di altrettanti negozi, per violazioni al codice del consumo e si è proceduto al sequestri di decine di prodotti di vario genere ritenuti pericolosi.

Più nel dettaglio, l’attività si è focalizzata sui puntatori laser e su accendini di varia forma e dimensione, che riproducono oggetti o soggetti di fantasia, la cui vendita è vietata in forza di specifiche disposizioni ministeriali. Tale merce, molto diffusa sul mercato soprattutto durante la stagione estiva, risulta infatti particolarmente attrattiva soprattutto per i bambini, che risultano anche i soggetti esposti al maggior rischio dovuto dall'utilizzo dei prodotti. Gli oggetti posti in vendita, privi di qualsiasi confezione o istruzioni in lingua italiana, possono infatti causare lesioni al consumatore. Tra i prodotti sequestrati anche degli accendini che provocano scariche elettriche a chi li utilizzata.

La Polizia Municipale ha infine provveduto a segnalare i commercianti ai competenti organi per sospetti fenomeni di elusione/evasione fiscale. "Questi servizi – precisano l'assessore alle attività economiche Jamil Sadegholvaad e il comandante della Polizia Municipale Vasco Talenti – oltre a rientrare nella complessa attività di contrasto all'abusivismo commerciale, sono mirati principalmente a tutelare il consumatore. E’ importante che i cittadini al momento dell’acquisto verifichino che il prodotto presenti una completa etichettatura in lingua italiana, dove siano riportate anche le necessarie istruzioni per l'uso. Particolare attenzione va riservata a beni come i giocattoli, i prodotti tessili e quelli di elettronica di consumo. Invitiamo quindi i cittadini a segnalarci i casi sospetti in modo da attivare i necessari controlli".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta all'alba, si toglie la vita nel parcheggio del centro commerciale

  • Pronto a nascere il maxi outlet con un investimento da 150 milioni di euro

  • Aereo "perde" il motore, atterraggio d'emergenza al "Fellini"

  • Stroncato da un malore durante la partita di calcetto muore a 28 anni

  • Clan emergente voleva prendersi Rimini con una guerra di camorra: segno distintivo, le mani frantumate col martello

  • Amazon a Santarcangelo, il colosso dell'e-commerce ha aperto i battenti

Torna su
RiminiToday è in caricamento