Violentò una minorenne nel bagno di un locale, condannato a quattro anni

Le amiche della ragazzina avevano girato un video di quella notte, finito poi nelle mani della mamma

Violentò un'amica, al tempo dei fatti ancora minorenne, nel bagno di una discoteca della Valmarecchia. E, mercoledì mattina, il 21enne, un'operaio albanese, è stato condannato dal tribunale collegiale alla pena di quattro anni. Una notte di orrore vissuta dalla giovane nel marzo di tre anni fa e ripresa in un video dalle amiche.

La notte di violenza vissuta dalla giovane

Immagini che, girate, in una chat, erano arrivate anche sotto agli occhi della mamma della ragazzina. In quel video la madre aveva visto la figlia ubriaca e l'uomo davanti a lei con pantaloni abbassati. Da li era partita l'inchiesta. Il 21enne si è sempre dichiarato innocente, affermando di provare per lei dei sentimenti e di non averla fatta ubriacare. Invece, gli inquirenti lo hanno trascinato alla sbarra con l’accusa di violenza aggravata ai danni di una minorenne in condizioni psico-fisiche alterate. In aula il pm Davide Ercolani ha chieso otto anni e mezzo di reclusione, i giudici hanno però fatto cadere le aggravanti e gli hanno riconosciuto tute le attenuanti. L'uomo, assistito dall'avvocato De Gregorio, è stato condannato solo per il reato di violenza sessuale e il suo legale adesso valuterà se ricorrere in appello.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ascensore precipita con le persone dentro: diversi i feriti

  • Muore sotto gli occhi del figlio, donna perde la vita investita da un'auto

  • La polizia di Stato si presenta alla festa abusiva nella villa in collina

  • Operaio precipita nel vuoto, a perdere la vita è un riminese

  • Mitra e pistole, i rapinatori sequestrano i dipendenti della banca

  • Non rispetta i limiti d’altezza e fa un disastro nel sottopasso distruggendo il furgone

Torna su
RiminiToday è in caricamento