Violenze in famiglia, da gennaio già 12 istanze di ammonimento

Nel corso del 2017 la Questura di Rimini ha denunciato 43 episodi di maltrattamenti in famiglia e 35 episodi di atti persecutori

Dal primo gennaio 2017 a oggi sono state presentate 37 le istanze di ammonimento, che sono state così definite: 11 ammoniti, 15 rigettate per mancanza dei presupposti, e 11 archiviate su richiesta dell’istante. Dal 1° gennaio 2018, invece, sono state presentate 12 istanze di ammonimento: attualmente sono  4 gli ammonimenti adottati, 5 i provvedimenti di archiviazione o rigetto, mentre 3 istanze sono in fase di istruttoria/valutazione. Gli ammonimenti riguardano in maggior parte uomini di età compresa tra i 30 e i 55 anni con differente grado di scolarizzazione e categoria sociale e professionale. Lo stalker, normalmente un ex fidanzato, esordisce sempre con sms e telefonate e “inseguimenti” virtuali su social e chat. I contatti diventano sempre più frequenti fino a diventare ossessivi e tali da indurre la vittima a cambiare le abitudini di vita alla donna che vive nel terrore di incontrare la persona che aveva allontanato. Lo stalker a volte unisce a quei comportamenti anche veri e propri appostamenti o inseguimenti; il passo successivo è rappresentato da minacce e poi da atti violenti. E’ proprio quello che è avvenuto più volte in questa provincia e che ha determinato l’adozione del provvedimento di ammonimento:  si tratta di un ex fidanzato che ha tenuto comportamenti persecutori nei suoi confronti, controllandole i contenuti del proprio telefono cellulare, effettuando molteplici telefonate, inviando numerosi messaggi intromettendosi nella sua vita privata anche attraverso social network, oltre a presentarsi improvvisamente sotto casa, pedinandola e seguendola ovunque, anche in presenza di testimoni. Al fine di garantire riservatezza e tutela della vittima, necessarie per garantire una maggiore genuinità delle dichiarazioni, la Questura di Rimini sta progettando l’allestimento di una sala di ascolto protetto, ove accogliere con dispositivi tecnici donne e minori vittime di violenza. Nel corso del 2017 la Questura di Rimini ha denunciato 43 episodi di maltrattamenti in famiglia e 35 episodi di atti persecutori. Dal primo gennaio alla data odierna ha denunciato 3 episodi di maltrattamenti in famiglia e 4 episodi di atti persecutori. Da sempre la Polizia di Stato è infatti impegnata nel contrasto e nella prevenzione di inammissibili aggressioni fisiche, morali, psicologiche, economiche, sessuali e persecutorie che invalidano l’esistenza delle vittime, aggravandone la percezione personale per la difficoltà di riconoscersi tali, anche a causa della tendenza psicologica di rimanere ancorate al mito dell’amore eterno, che ostacola la sovrapposizione della figura dell’offensore al proprio partner.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La vittima dei truffatori: "Mi sono fatto fregare da una banda di quaquaraquà"

  • Il suo cuore si spegne davanti agli occhi degli amici: muore a 22 anni

  • Perde il controllo dell'auto e si schianta davanti al ristorante

  • Coronavirus, i contagi tornano a salire: 12 nuovi casi

  • Bonus bici: è boom di vendite di biciclette, ma non per tutti

  • Ecco la nuova spiaggia di Rimini: 18 metri quadri a ombrellone, apertura fino alle 22 e ok al delivery

Torna su
RiminiToday è in caricamento