Volontariato, due profughi provenienti da Yemen e Gambia nel comitato Civivo di San Salvatore

I due collaboratori del “Civivo di San Salvatore” si aggiungono dunque ai quattro già in attività nella scuola di infanzia “Coccinella” di Rimini

Due profughi ospitati presso le strutture della Caritas riminese hanno iniziato in questi giorni a collaborare con il gruppo Civivo “San Salvatore”. Si tratta in particolare di due richiedenti asilo (rientranti nel Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati), provenienti dallo Yemen e dal Gambia. Tra le attività previste quella della manutenzione del giardino scolastico della scuola di infanzia “San Salvatore” e la cura del verde pubblico.

I due collaboratori del “Civivo di San Salvatore” si aggiungono dunque ai quattro già in attività nella scuola di infanzia “Coccinella” di Rimini. Il gruppo Civivo San Salvatore, costituito il 10 aprile 2012, è formato da 16 volontari, tra i quali genitori e nonni dei bambini frequentanti la scuola per l’Infanzia. I volontari prestano la loro attività nella cura del giardino e collaborano all' allestimento e organizzazione delle iniziative ludico/didattiche concordate con la direzione e le insegnanti della scuola. Grazie alla loro attività è stato inoltre allestito un orto ed una compostiera per la raccolta dei rifiuti organici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Dopo i primi quattro volontari – ricorda Gloria Lisi, vicesindaco di Rimini con delega alla protezione sociale - che ho incontrato ieri insieme a Giovanna Longhi della Prefettura di Rimini, si allarga ad altri due profughi l'esperienza di collaborazione con i comitati Civivo territoriali. Si tratta di una esperienza che si sta svolgendo con grande soddisfazione di tutti gli attori coinvolti e che ha, come dimostrano i due nuovi innesti di San Salvatore, grandi margini di crescita. Un lavoro che beneficia del grande interesse e del prezioso ruolo di coordinamento della Prefettura di Rimini che sta seguendo queste esperienze valorizzandole e sostenendoci nel quotidiano così come  nei progetti più innovativi come questo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fermato tre volte in un giorno: "Voglio godermi la vita, tanto le multe non le pago"

  • Calano ulteriormente i nuovi contagi, meno ricoverati in terapia intensiva

  • Buoni spesa, come richiedere il contributo: 150 euro per ogni componente della famiglia

  • Borrelli allunga la quarantena fino al primo maggio: "Fase 2 forse dal 16"

  • Droga party nel garage per combattere la noia della quarantena

  • A spasso sulla battigia azzanna gli agenti della polizia di Stato

Torna su
RiminiToday è in caricamento