Volpe investita sulla strada, reti e cataste abusive di eternit

Giorni di lavoro per le Guardie Ecozoofile della provincia di Rimini chiamate per una serie di interventi

E' giunta alle 15 circa del pomeriggio di venerdì, al numero whatsapp 3703131006 al quale fanno riferimento le Guardie Ecozoofile di Fare Ambiente, la segnalazione di una volpe investita sulla strada provinciale 131, che porta da Coriano in direzione di Passano. La pattuglia, giunta sul posto, non ha potuto far altro che constatare quello che riferiva la segnalazione, ovvero una volpe adulta che giaceva a bordo strada, deceduta, probabilmente, a causa di un violento impatto causato da un'automobile. Le Guardie, dopo più di due ore, e contattato vari numeri di telefono facenti capo a diverse istituzioni, quali Corpo Forestale, AUSL, Polizia Provinciale, ed altri, non hanno potuto far altro che segnalare la carcassa dell'animale per la successiva rimozione della stessa. "E' veramente sconcertante - riferiscono le Guardie -trovarsi di fronte a una situazione che di fatto, allo stato attuale delle cose, sembra non avere soluzione".

La vicenda del CRAS, ormai nota, non aiuta di certo, e la riforma avvenuta di recente, che coinvolge le province, le quali dal 1 gennaio, non sono più competenti in materia di animali selvatici poichè la gestione degli stessi è passata sotto la Regione. Nei giorni scorsi un'altra pattuglia, effettuando controlli mirati al contrasto alla pesca di frodo si è imbattuta in una nassa, abilmente nascosta in modo da poter essere recuperata con calma durante la notte, la quale è stata rimossa.
"E' stato un pescatore in regola con il prescritto versamento - sottolineano le Guardie - ad averci fatto notare l'attrezzatura per la pesca di frodo, ed è a queste persone che ci rivolgiamo per avere informazioni in merito ad eventuali illeciti o reati. E' soprattutto grazie alle segnalazioni che si riescono ad ottenere dei risultati".

Sempre durante il servizio di pattugliamento si sono imbattute in numerose lastre di eternit, abbandonato a bordo strada, in pessime condizioni poichè rotto in diversi punti,e quindi maggiormente pericoloso per la salute.Il fatto sarà segnalato al Comune per attivare il servizio di smaltimento e messa in sicurezza dell'area. Le Guardie di Fare Ambiente rivolgono quindi un appello a quanti hanno tempo, passione e i requisiti previsti dalla legge, a mettersi in contatto con la loro sede per poter dare un aiuto concreto nei vari settori di competenza.La mail per poter contattare le Guardie è gezrimini@gmail.com.

Potrebbe interessarti

  • "L'ingresso della città tra incuria, degrado e inciviltà"

  • Bagno in mare dopo mangiato: quanto aspettare?

  • Alternative al Caffè: 9 sostitutivi energizzanti e salutari

  • L'appello di una famiglia : "Aiutateci a ritrovare Greta"

I più letti della settimana

  • Fioritura di alghe, il mare di Rimini si tinge di rosso

  • Tremendo frontale, due feriti in gravi condizioni dopo lo schianto

  • Frontale sulla Tolemaide, due motociclisti finiscono nel fosso

  • Il folle inseguimento per le strade si conclude nel cuore dell'isola pedonale

  • Investita mentre attraversa lo svincolo, pedone in gravi condizioni

  • Torna in mare il "Brilla&Billy", lo yacht di Lucio Dalla per anni in darsena a Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento