Vongolare troppo sotto costa, pesanti sanzioni e sequestro di 800 chili di vongole

La motovedetta della Guardia Costiera è intervenuta nella notte tra lunedì e mercoledì pizzicando i natanti in una zona vietata

Con la riapertura della pesca si sono nuovamente intensificati i controlli della Guardia Costiera di Rimini che, nella notte tra lunedì e martedì, ha provveduto a vigilare sul rispetto della normativa e, in particolare, al rispetto dei limiti di distanza dalla costa. A bordo della motovedetta, quattro militari hanno pattugliato il tratto di mare di compentenza pizzicando due vongolare che erano impegnate in attività di pesca in zone non consentite, essendo sotto costa ad una distanza inferiore alle previste 0.3 miglia nautiche, in violazione delle disposizioni comunitarie e nazionali in materia. Tali illeciti amministrativi, come previsto dalla vigente normativa, hanno comportato: il sequestro di circa 800 kg di vongole, immediatamente rigettate in mare perché allo stato vivente, oltre all’attrezzatura da pesca utilizzata; sanzioni amministrative per complessivi euro 8.000. Inoltre, dette violazioni, hanno determinato la decurtazione di punti alle licenze di pesca e ai titoli professionali dei comandanti delle rispettive unità da pesca coinvolte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima lo schianto con il guard-rail, poi la tragica carambola: un morto sull'Adriatica

  • Salvini infiamma Santarcangelo, ma non riesce a raggiungere la piazza

  • Stroncato da un malore durante la pedalata, ciclista perde la vita in strada

  • Le scuole superiori che preparano meglio all'Università o al lavoro: la classifica della Provincia

  • Il ristorante compie 50 anni: "Mia mamma lo aprì per dare lavoro a me e mio fratello"

  • Addio a Roberto Casadei, un cantore della Romagna

Torna su
RiminiToday è in caricamento