"I ragazzi dell'orto", apre i battenti a Rimini la prima 'Bottega Italiana' della provincia

Il taglio del nastro, in programma sabato alle ore 17, in via Marecchiese 202, sancirà l'apertura della prima Bottega Italiana della provincia, la quinta in regione

“Preferire l'Italia, preferire il gusto”. Questo lo slogan che campeggia sulle insegne della Bottega Italiana 'I ragazzi dell'orto' di Rimini, nuovo punto vendita dove sarà possibile acquistare prodotti degli agricoltori italiani a marchio FAI (Firmato dagli Agricoltori Italiani), prodotti fatti solo con materie prime agricole, controllate e garantite dalla rete Campagna Amica. Il taglio del nastro, in programma sabato alle ore 17, in via Marecchiese 202, sancirà l'apertura della prima Bottega Italiana della provincia, la quinta in regione dopo Parma, Piacenza, Bagnacavallo e San Mauro Pascoli, quest'ultima inaugurata meno di un mese fa.

L'apertura del nuovo spazio commerciale, una vera e propria vetrina per le eccellenze del made in Italy agroalimentare - tanto che in vendita ci saranno solo prodotti agricoli italiani selezionati all'origine, di provenienza aziendale, del territorio locale (ortofrutta, formaggi, uova, pane, vino ed altre specialità) e nazionale - prevede, oltre al brindisi di rito, anche assaggi e degustazioni. A lanciarsi nella nuova avventura commerciale è Carola Fantini, che così presenta Bottega Italiana: “Qui – spiega – sicurezza alimentare, qualità, tracciabilità e sostenibilità ambientale sono i punti fermi di tutti i prodotti agricoli in vendita, prodotti – prosegue l’intraprendente Carola – che vengono scelti dopo una rigorosa verifica dei processi produttivi mirati a garantire ai consumatori la totale qualità”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L'apertura della Bottega Italiana - commenta il presidente Coldiretti Rimini Giuseppe Salvioli - è un ulteriore tassello del nostro progetto “Campagna Amica” che già i consumatori hanno avuto modo di conoscere da vicino ed apprezzare attraverso la rete di vendita diretta in azienda, nei mercati e negli agriturismi. Un circuito che rappresenta un vantaggio sia per i produttori che per i consumatori. Le nostre aziende, botteghe e mercati – conclude Salvioli- contribuiscono a creare nuove economie e nuova occupazione e costituiscono un impegno per battere quelle inefficienze e speculazioni che finiscono sempre per essere pagati proprio dai produttori e dai consumatori, primo e ultimo anello della filiera”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sesso in strada durante la quarantena, individuato il trio di esibizionisti

  • Buoni spesa, come richiedere il contributo: 150 euro per ogni componente della famiglia

  • Lutto nella comunità di San Patrignano, si è spenta Maria Antonietta Muccioli

  • Coronavirus, verso il blocco totale almeno fino a Pasqua: poi si valutano riaperture in "due fasi"

  • Borrelli allunga la quarantena fino al primo maggio: "Fase 2 forse dal 16"

  • Riccione non si ferma e pensa alla nuova stagione turistica

Torna su
RiminiToday è in caricamento