Confindustria: "Scm, risorsa del territorio da tutelare"

Scm ha illustrato con estrema chiarezza la situazione attuale rendendo conto del percorso fatto e delineando le prospettive future.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RiminiToday

Scm ha illustrato con estrema chiarezza la situazione attuale rendendo conto del percorso fatto e delineando le prospettive future.
Sono informazioni già note a tutti quelli che seguono da vicino la situazione, ma che da recenti articoli apparsi sulla stampa, prima della presa di posizione dell’azienda, sono state sottaciute parlando di mancanza di trasparenza.

La vera questione è che la crisi iniziata a ottobre del 2008 è tutt’altro che superata e purtroppo non mostra ancora segnali di una inversione di tendenza.
In questo quadro SCM, tra le poche in Italia, ha effettuato investimenti cospicui. Ha riprogettato il suo approccio di mercato, ha concentrato sul territorio funzioni aziendali importanti e non ha minimamente pensato a delocalizzare, ma anzi ha avuto sempre al primo posto l’obiettivo di conservare il più possibile l’occupazione compatibilmente con l’andamento del mercato.

A fronte di tutto ciò ci saremmo aspettati dal territorio segnali di stima e di apprezzamento piuttosto che campagne mediatiche che non sono utili a nessuno, ma che soprattutto non incidono minimamente sulla crisi e che rischiano invece di creare solamente confusione.
Sarebbe opportuno non dimenticare che SCM, azienda leader mondiale di settore, rappresenta per la nostra provincia la più grande realtà manifatturiera con una rilevantissima incidenza occupazionale che produce una importante quota del PIL provinciale.

Ci rivolgiamo perciò alle organizzazioni sindacali e alle istituzioni locali per auspicare che uniti possiamo affrontare questa sfida veramente difficile, per riuscire a superare insieme questa crisi, tra le più drammatiche degli ultimi 60 anni, per il bene dei lavoratori, dell’azienda e di tutto il territorio.
 

Torna su
RiminiToday è in caricamento