Il maltempo ha affondato gli incassi degli stabilimenti balneari

Le piogge di maggio hanno creato un buco del 90% rispetto allo scorso anno, fiducia a giugno con la chiusura delle scuole

Occhi rivolti al cielo in Romagna. Dopo un maggio disastroso dal punto di vista metereologico, il primo weekend di giugno ha invertito la rotta e le strutture turistiche e gli stabilimenti balneari della Riviera romagnola ora attendono con maggior fiducia i prossimi fine settimana. Anche se, ammette il presidente regionale di Assohotel-Confesercenti, Filippo Donati, "sara' comunque difficile recuperare nell'arco della stagione le perdite subite nel mese di maggio". Secondo le stime, il 90% per i soli stabilimenti. Le condizioni del tempo, aggiunge, hanno "annullato" l'offerta del mare nel mese di maggio, ma anche le città ne hanno risentito. "Gli operatori, comunque- conclude- attendono fiduciosi il secondo weekend di giugno, con la chiusura delle scuole, per vedere un cambiamento sostanziale e verificare l'opportunita' di prevedere azioni straordinarie di promozione e sostegno del settore turistico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Metromare, ufficializzate le tariffe della tratta Rimini-Riccione

  • Sesso a tre col transessuale finisce a sassate, nei guai coppia di fidanzati

  • L'autobus fa salire i passeggeri alla fermata e una macchina lo tampona in pieno

  • Trasporto pubblico, gli autisti incrociano le braccia

  • Mare d'inverno, chiringuito e cupole sulla spiaggia di Riccione

  • Molestie sessuali ad una bimba di 4 anni, papà a processo accusato di pedofilia

Torna su
RiminiToday è in caricamento