La green economy ‘Made in Italy’ targata Is Tech

La start - up italiana, operante dalla fine del 2010 nell'innovazione tecnologica applicata, ha sviluppato Apa (Abbattimento Polveri Atmosferiche), la tecnologia intelligente, modulare e multifunzione utilizzata per abbattere le polveri sottili e migliorare la qualità dell'aria che respiriamo

La green economy 'made in Italy' ha trovato il suo vincitore. Il Premio Sviluppo Sostenibile 2013, istituito per il quinto anno consecutivo dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile e da Ecomondo - Fiera di Rimini con l'adesione del Presidente della Repubblica e con il Patrocinio, per la prima volta, del Ministero dello Sviluppo Economico, è stato assegnato quest'anno a Is Tech - Innovation in Sciences & Technologies, presente a Ecomondo nella Città Sostenibile.

La start - up italiana, operante dalla fine del 2010 nell'innovazione tecnologica applicata, ha sviluppato Apa (Abbattimento Polveri Atmosferiche), la tecnologia intelligente, modulare e multifunzione utilizzata per abbattere le polveri sottili e migliorare la qualità dell'aria che respiriamo. "In un'Italia che continua ad attraversare una crisi irrisolta - ha detto Edo Ronchi, Presidente della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile - c'è bisogno più che mai di un nuovo progetto di sviluppo durevole e sostenibile, un vero e proprio green new deal che faccia uscire il nostro Paese dalla crisi. Is TECH e le altre due aziende premiate hanno colto questo messaggio e possono ricoprire un ruolo di apripista per lo sviluppo futuro".

APA rappresenta, infatti, un concreto modello diriferimento per la sostenibilità e l'attrattività delle città del futuro. Le emissioni d'origine antropica, infatti, da molto tempo hanno raggiunto livelli di concentrazione notevolmente superiori alla capacità d'assorbimento del pianeta terra e rappresentano il 'fattore di pressione' principale responsabile delle alterazioni della qualità dell'aria, di numerose malattie e di molteplici fattori d'incidenza sulla salute.

La tecnologia combatte l'inquinamento in modo molto semplice: un sistema d'aspirazione posto a circa un metro dal suolo sequestra l'aria e la processa all'interno della piattaforma intelligente, secondo un procedimento che riflette il ciclo naturale della pioggia. Gocce di liquido colpiscono le polveri sottili e le fanno precipitare verso il basso, depositandole in acqua. Al termine del processo di lavaggio l'aria depurata è aspirata e reimmessa pulita nell'atmosfera, senza alcuna generazione di rifiuti speciali, peraltro con limitati consumi d'energia.

La piattaforma per 'pulire' l'aria dalle polveri sottili, dopo 7 anni di studio e analisi in laboratori nazionali e internazionali, è stata sperimentata per oltre 2 anni in diversi stabilimenti industriali e in alcune aree di tipo urbano, fra cui il centro storico di Roma, Milano e L'Aquila. APA, infatti, può essere utilizzata sia in ambiti indoor sia outdoor. Le applicazioni indoor riguardano aree di tipo urbano particolarmente inquinate in cui si svolge la vita di tutti i giorni (stazioni ferroviarie e della metropolitana, centri commerciali, parcheggi sotterranei, aeroporti, tunnel urbani) e gli stabilimenti industriali, produttivi e artigianali. In questo caso, la tecnologia di Is TECH offre una soluzione concreta al problema della sicurezza e della salute sul posto di lavoro, rendendo l'ambiente idoneo e sicuro per chi è costretto a lunghe esposizioni.

A servizio delle smart cities, gli impianti, in particolare, s'integrano, nell'assetto urbanistico delle aree cittadine, quindi outdoor, grazie ad uno straordinario design multi-forma e multi-funzione. APA può diventare un pannello e totem pubblicitario e multimediale, una pensilina, una fioriera, una panchina, un lampione o altri sistemi d'arredo urbano. Le apparecchiature s'inseriscono nei punti strategici in cui è necessario intervenire, hanno spazi pubblicitari disponibili e sono dotate di sistemi abilitanti per l'erogazione di servizi telematici ai cittadini, quindi di miglioramento della qualità della vita della popolazione e costituiscononuovi driver di riqualificazione urbana e d'attrazione turistica.

"Ci sentiamo onorati - ha dichiarato Giuseppe Spanto, Amministratore Delegato di Is Tech - di ricevere questo premio così autorevole. Siamo soddisfatti perché la giuria ha riconosciuto il nostro impegno nella promozione e nella realizzazione della tecnologia Apa che, seutilizzata nelle città, nei luoghi di lavoro, può risolvere una delle sfide più difficili dei nostri tempi: abbattere l'inquinamento atmosferico per lasciare spazio alle Smart Cities, la frontiera del concetto di sviluppo sostenibile. Stiamo collaborando, quindi, con numerosi Istituti Universitari nell'ambito della ricerca e dell'innovazione tecnologica, con le imprese industriali clienti e partner e con le Amministrazioni cittadine per intraprendere lungimiranti iniziative di bonifica dell'aria che respiriamo attraverso programmi pilota e integrati e abbiamo intrapreso i primi possibili passi d'internazionalizzazione. Ad esempio, stiamo definendo con un'importante città italiana l'opportunità di sviluppo di un'interessante iniziativa "clean air" nelle aree urbane e, negli ultimi mesi, siamo stati a Praga e Pechino con l'Unione Europea ed in California dove, invitati alla Green Expo da Port Tech Los Angeles, abbiamo presentato Apa come innovazione abilitante anche a soluzioni applicative in ambito portuale". Is Tech e gli atri vincitori sono stati selezionati tra più di 200 concorrenti da una giuria composta da Raimondo Orsini, Roberto Pelosi, Silvia Zamboni, Walter Facciotto, Fabrizio Tucci, Luciano Morselli.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Pronto il trasloco della Questura, Gnassi: "Noi facciamo i fatti"

  • Cronaca

    Bollette del gas, Federcomsumatori: "Sgr controlli i contatori e rateizzi gli importi"

  • Cronaca

    Selvaggia Lucarelli: "Della Sarti girano foto più hot di quelle apparse in questi giorni"

  • Cronaca

    Malviventi in azione, rubate le slot machine in un bar

I più letti della settimana

  • Rispuntano sul web foto e film hard della Sarti, si scatena il revenge porn

  • Si schianta contro il guardrail e precipita in una scarpata: muore un centauro

  • Accampati tutta la notte fuori dal negozio per accaparrarsi i capi di Stone Island

  • Ubriachi di gas: "Riscaldamento spento, ma arriva la bolletta da 300 euro, Sgr annulla la fattura"

  • Ennesimo incidente all'incrocio maledetto, il comitato chiede più sicurezza

  • Spaccio di cocaina al Coconuts, chiesta la condanna dei fratelli Paesani

Torna su
RiminiToday è in caricamento