Lotta all'evasione fiscale, Coriano al lavoro per revocare le autorizzazioni alle attività che non pagano

L'amministrazione tira le somme sui mancati versamenti di Tari e Imu

Pagare tutti per pagare meno: questo è l’obiettivo che l’Amministrazione comunale di Coriano sta cercando di perseguire già da tempo come forma di giustizia sociale e di correttezza reciproca, sia tra amministratori e cittadini e sia tra cittadini e cittadini. "Che il momento sia difficile lo sappiamo tutti, ma sappiamo anche e siamo consapevoli che qualcuno si approfitta della situazione ed evita di fare il proprio dovere -spiega l'amministrazione comunale - Per questo la lotta all’evasione che stiamo portando avanti è costante, a garanzia delle entrate dell’ente ed a garanzia di chi correttamente versa le imposte dovute. Anno dopo anno stiamo cercando di recuperare tutto quello che non è stato versato, con  addebito di interessi e sanzioni.

I dati

"Per quanto riguarda il tributo IMU nel triennio 2017-2019 si sono accertati a titolo di recupero evasione circa € 2.300.000,00, di cui solo € 460.000,00 risultano incassati. Importi cospicui sono legati a fallimenti e all’IMU dovuta sull’inceneritore.
Bene invece la parte  ordinaria IMU del 2019 che rispecchia per la prima rata la previsione di entrata pari a circa € 2.940.000,00.
Per quanto riguarda la TARI sempre nel triennio 2017-2019 dal recupero evasione risultano accertati € 256.000,00 circa ed incassati € 106.000,00 circa. Per la tari ordinaria, relativamente al periodo 2013-2018, al 1° gennaio 2019 risultavano crediti non riscossi per € 1.575.000,00 che ad oggi sono stati incassati per € 316.000,00.
Per alleggerire il carico fiscale ai cittadini onesti, stiamo recuperando anno dopo anno tutto quello che non è stato versato; abbiamo iniziato un percorso con le aziende del territorio maggiormente in difficoltà per concordare insieme piani di rientro compatibili con le esigenze reciproche.

Gianluca Ugolini (vicesindaco ed assessore al bilancio): ”Entro l’anno approveremo il regolamento previsto dalla legge che ci consentirà di revocare le autorizzazioni ed i permessi rilasciati a favore delle attività produttive non in regola. Siamo convinti che - a livello locale come a livello nazionale - se tutti contribuissero a corrispondere  correttamente quanto dovuto, tutti pagheremmo meno.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbornia di San Valentino, fermata una dottoressa ubriaca fradicia alla guida: ritirate 18 patenti

  • Gli amici del bar non lo vedono da giorni, ritrovato cadavere in casa

  • Vent'anni fa l'arrivo dal Senegal, la sfida di Sonia: "Apro la mia trattoria romagnola"

  • Dramma in stazione, giovane si lancia contro il treno: modifiche alla circolazione

  • Avvelena il proprio cane con del topicida, il sadico proprietario denunciato

  • Macabra scoperta, ritrovato cadavere nel porto

Torna su
RiminiToday è in caricamento