Un aiuto alle botteghe storiche, le nuove possibilità per fruire degli sgravi fiscali

Sono tante le attività interessate con le convenienti disposizioni previste dalla no-tax area

Non si tratta solo di un onorificenza o di un particolare riconoscimento di benemerenza nei confronti delle botteghe  storiche, che da decenni svolgono un ruolo centrale nella rete delle attività commerciali. Con l’introduzione delle disposizioni previste dalla no-tax area, l’iscrizione nell’Albo delle botteghe storiche, diventa a tutti gli effetti anche una convenienza per chi ne ha diritto. Proprio in questi giorni è stata rinnovata la modulistica per la richiesta d’iscrizione all'Albo delle Botteghe Storiche (il modulo si può scaricare a questo link: http://bit.ly/2XdrNPM). Sono già diverse le attività commerciali che in questi mesi si stanno interessando a presentare la domanda, imprese che nel Comune di Rimini si stima siano in diverse decine. Attività che esercitano da anni e che potrebbero sfruttare le agevolazioni previste dalla no-tax area, ottenendo un contributo calcolato sulla base della TARI. Agevolazioni economiche a cui si aggiunge anche la soppressione del diritto di segreteria previsto per l'iscrizione, che ammontava a 150,00 €. Una disposizione, approvata da una delibera di Giunta lo scorso aprile, che riconduce l'iscrizione nell'Albo delle Botteghe Storiche all'unico costo dell'imposta di bollo nella misura di 16,00 €.

Aiuto ai negozi: approvate le linee guida della no tax area

I requisiti

L'Albo Comunale delle Botteghe Storiche e dei Mercati Storici  è stato istituito nel  Comune di Rimini dall’agosto 2009 in seguito all’approvazione della legge sulla “Promozione e valorizzazione delle botteghe storiche”, che è stata emanata del marzo del 2008. Per ottenere l’iscrizione è necessario soddisfare tre condizioni principali: Svolgimento da almeno 50 anni continuativi della stessa attività, nello stesso locale (o area pubblica) e con le stesse caratteristiche originarie; Radicamento nel tempo dell'attività, evidenziato da un "collegamento funzionale e strutturale degli arredi con l'attività svolta"; Caratteristiche esteriori proprie della "Bottega Storica": nei locali o nell'area devono essere presenti "elementi di particolare interesse storico, artistico, architettonico e ambientale", oppure "elementi particolarmente significativi per la tradizione e la cultura del luogo".

“E’ una grande opportunità per chi ha un’attività storica – sottolinea l’assessore alle attività economiche Jamil Sadegholvaad – che va nella direzione di sostenere la rete storica delle botteghe cittadine che da anni svolgono una funzione centrale nella nostra città. Un sostegno economico con cui l’amministrazione intende promuovere le eccellenze pluridecennali del territorio, riconoscere la continuità imprenditoriale e il servizio offerto alla cittadinanza. Invitiamo tutti i potenziali interessati a scaricare la documentazione e a presentare la domanda entro i termini previsti dal bando”.

Potrebbe interessarti

  • I 10 top ristoranti dove mangiare sano più 3 ristoranti esclusivamente Bio

  • "Il parchetto di Miramare tra sbandati che bivaccano ed escrementi umani ovunque"

  • Lavare le mani: i 7 momenti in cui è fondamentale per evitare infezioni batteriche

  • Caldo in auto: ecco come viaggiare freschi

I più letti della settimana

  • Doppia scossa di terremoto fa tremare la provincia

  • Investimento mortale sulla linea ferroviaria, stop ai treni sulla linea adriatica

  • Tenta di salvare il figlio dal suicidio, l'anziano padre in gravi condizioni

  • Il Sole 24 ore incorona Rimini come capitale dell’italian lifestyle

  • Notte brava con trans e cocaina, pizzaiolo rapinato dopo il festino

  • Smontano la cassaforte nella stanza dell'hotel e fuggono con 40mila euro di gioielli

Torna su
RiminiToday è in caricamento