Turismo, al via un progetto per sostenere le imprese e rendere le destinazioni competitive

La Provincia è al lavoro con partner internazionali per migliorare l'offerta del territorio

"In un contesto di competizione turistica globale, quali sono gli elementi che fanno di un luogo una destinazione innovativa e sostenibile?". La Provincia di Rimini è al lavoro per il futuro del settore.

"Il turismo rappresenta una delle industrie più importanti della zona Adriatico-Ionica con quattro Paesi - Italia, Grecia, Croazia, Slovenia - inclusi nella top 40 mondiale (Travel & Tourism Competitiveness Index - TTCI). Un settore chiave per l’area, ma non solo, che si trova oggi a fare i conti con i cambiamenti della domanda e del comportamento turistico, i nuovi mercati emergenti, le crisi socio-economiche e ambientali. Questi i temi sui quali sta lavorando la Provincia di Rimini, project partner del Progetto Europeo InnoXenia – Innovation in Tourism in the Adriatic-Ionian Macroregion, finanziato dal Programma di cooperazione territoriale europea transnazionale ADRION, che pone la sfida di migliorare la capacità d’innovazione degli imprenditori e operatori turistici e dei policy makers dell’area Adriatica e Ionica.

Il nome del progetto deriva dall'unione dei termini 'Inno', per Innovazione, e 'Xenia', termine greco antico (ξενία) che riassume il concetto dell'ospitalità che, con riferimento al settore turistico, riveste un ruolo strategico per la crescita e l’economia locale nell’area dei paesi partner di progetto (Grecia, Italia, Albania, Bosnia&Herzegovina, Croazia e Slovenia). Nell’ambito del progetto, sono diverse le attività proposte dai partner per creare cultura e occasioni di confronto sui temi dell’innovazione turistica sostenibile per la competitività e la sostenibilità delle destinazioni.

In particolare, la Provincia di Rimini ha messo in campo una serie di iniziative, gli Innoxenia Cafes, che hanno coinvolto attivamente imprese, organizzazioni, policy maker, cluster, esperti, professionisti e cittadini del territorio provinciale nel contribuire al raggiungimento degli output previsti dal progetto. I quattro workshop tematici itineranti si sono rivelati infatti preziosi momenti di confronto e dialogo tra operatori, policy maker e stakeholder territoriali su tematiche cruciali per l’innovazione turistica in chiave sostenibile: green e smart mobility, innovazione e identità, paesaggio e turismo. Un concetto di innovazione non solo legato a questioni ambientali ma anche ad aspetti sociali e identitari imprescindibili ai fini di una crescita duratura e concretamente sostenibile.

Tutti fattori che incidono direttamente sulla competitività turistica che quindi non può prescindere dall’accessibilità, dalla qualità dei luoghi, da un sistema territoriale coese, da una buona comunicazione che valorizzi gli aspetti peculiari dell’offerta turistica, tutti punti  presenti, ma caso mai da potenziare, nell’offerta turistica della riviera di Rimini.

Per indagare sul grado di innovazione turistica sostenibile del nostro territorio provinciale è stata inoltre realizzata un’indagine che ha riguardato oltre 300 imprese turistiche (strutture ricettive, ristoranti, etc) con la raccolta di informazioni e dati che popoleranno la piattaforma - Adriatic Ionian Tourism Technology Platform (AITTP) dando vita ad un Osservatorio sull'innovazione del turismo che doterà i territori di un sistema di supporto decisionale per l'innovazione del turismo. La realizzazione dell’Osservatorio vede, tra l’altro, il contributo di un altro importante partner di progetto del nostro territorio, il Centro di Studi Avanzati sul Turismo – CAST – Università di Bologna, Campus di Rimini che ha curato la raccolta e l’elaborazione del dataset.

Infine, tra le iniziative curate dalla Provincia, anche la creazione di una rete di stakeholder territoriali, composta da imprese e startup, enti pubblici locali, centri di formazione e associazioni della società civile,  per la creazione di un network internazionale volto a produrre un’Agenda per l'Innovazione Turistica attraverso l’identificazione di una vision per il settore turistico della macroregione Adriatico-Ionica, oltre ad un piano d’azione contenente raccomandazioni politiche, strategie e linee guida d’investimento e potenziali finanziamenti accessibili, destinato ai decisori politici e gli operatori privati.

I risultati del progetto saranno presentati durante un meeting finale di progetto che si terrà a Rimini a fine settembre e che vedrà la partecipazione di tutti i partner europei coinvolti e dell’autorità di gestione del programma Interreg Adrion.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il programma Melaverde fa tappa in Romagna tra ristoranti e tour in collina

  • Temperature in picchiata, arriva la prima nevicata della stagione

  • Tre giorni di live, a Capodanno Riccione diventa la capitale della musica: arivano anche Emma e Mahmood

  • Aggressione sessuale nell'ascensore di una clinica medica: paura per una ragazza

  • "Siamo nel mirino delle bande di ladri", i residenti infuriati chiedono più sicurezza

  • In migliaia all'assalto di 38 posti di lavoro: boom di domande per il concorso

Torna su
RiminiToday è in caricamento