Turismo, Galli: "Anno delicatissimo per la Riviera"

La stagione turistica è ormai ai nastri di partenza. L'assessore al Turismo della Provincia di Rimini, Fabio Galli, parla di "anno delicato, delicatissimo per la riviera di Rimini"

Redazione 19 marzo 2012

La stagione turistica è ormai ai nastri di partenza. L'assessore al Turismo della Provincia di Rimini, Fabio Galli, parla di “anno delicato, delicatissimo per la riviera di Rimini, alle prese con una serie di problemi- in primis la crisi economica- e di cambiamenti che, nella misura in cui verrà o meno approcciata, determinerà la qualità di un anno turistico che segue un 2011 particolarmente significativo”. Galli ha così elencato “alcuni temi, piccoli o grandi, che potrebbero caratterizzare i prossimi mesi, a cominciare dall’overture primaverile”.

Criticità/Opportunità 2012 - “La stagione 2011 si è conclusa con risultati ampiamente positivi – premette Galli -: + 4,6% nelle presenze e + 4,3% nelle presenze, dato ottenuto attraverso la crescita del segmento italiano (+3,1% nelle presenze), ma soprattutto del mercato estero (+ 9% gli arrivi e + 8,6% le presenze), grazie agli ottimi risultati del mercato russo (+34,2%) e a quelli della Germania (+8,6%). Il dato complessivo 2011 testimonia, ancora una volta, la solidità e la competitività del nostro sistema di offerta turistica a cui, nel 2011, si sono aggiunte condizioni esogene particolarmente favorevoli, le eccezionali condizioni meteo e le turbolenze sui mercati turistici del Nord Africa”.

 “La sfida e, allo stesso tempo, la difficoltà del 2012 per tutta la Riviera di Rimini – sottolinea l'assessore - sarà quello di confermare la crescita dello scorso anno, tenendo conto che la situazione economica internazionale pare non avere ancora superato lo stato di difficoltà. Le recenti stime della Commissione Europea (febbraio) sull’andamento del PIL 2012 delle principali economie europee sono state riviste al ribasso: in Germania è prevista una crescita dello 0,6%, in Francia dello 0,4%, in Italia una diminuzione dell’1,3%. Permangono invece positive le previsioni sull’economia russa, con una crescita prevista del PIL nel 2012 del 4%, come recentemente dichiarato dal ministro dello Sviluppo economico Elvira Nabiullina”.

“Dobbiamo rimboccarci le maniche e proporre offerte e proposte di viaggio ancora di più mirati in funzione delle esigenze e delle caratteristiche della domanda turistica dei singoli bacini, tenendo conto delle potenzialità (es. mercato russo e est Europa) e delle criticità (Scandinavia). Occorre senza meno uno scatto in avanti, sotto forma di innovazione e modernità, nelle politiche di promozione, a cominciare da quelle dell’Apt”, evidenzia Galli.

I ‘ponti’ del 2012 - “Il 2011, così come il 2010, è stato senza dubbio un anno avaro da questo punto di vista, con, di fatto, neanche un ponte da “giocarsi” in chiave turistica – ricorda l'assessore -. Ricordiamo che la presenza di ponti favorevoli determina un aumento del 30% della domanda turistica verso il nostro territorio. Dopo un biennio ‘quaresimale’ la situazione 2012 è senza dubbio migliore: la festività del 25 aprile cade di mercoledì, mentre molto più interessante sarà il ponte dell’1 maggio (che cade di martedì). La festa della Repubblica (2 giugno) è invece calendarizzata di sabato.

“Malatesta & Montefeltro” - “Il dato 2011 ha confermato gli ottimi risultati raggiunti negli ultimi anni – continua Galli -. Le presenze nell’entroterra riminese hanno toccato quota 191.500, grazie ad un ottimo + 21,2% nelle presenze ed un + 14,3%. La scelta delle Provincia di dedicare risorse ed investimenti per lanciare un prodotto turistico autonomo, nuovo, ma allo stesso tempo integrato con tutta la Riviera di Rimini, attraverso il marchio “Malatesta & Montefeltro”, si sta rilevando vincente”.

“L’offerta dell’entroterra, la sua cucina, i prodotti tipici, le rocche e i castelli, l’arte, la natura, i musei, gli eventi, iniziano ad essere la motivazione esclusiva di viaggio di molte proposte di viaggio dei nostri operatori, ma anche parte integrante di molte offerte e pacchetti turistici del segmento balneare – osserva l'assessore -. Ci sono tutte le condizioni per superare nel 2012 le 200.000 presenze, obiettivo fissato dalla Provincia di Rimini quando nel 2010 si è partiti ufficialmente con il progetto “Malatesta & Montefeltro”. A questo proposito il 13 aprile si terranno gli stati generali dello sviluppo turistico dell’entroterra riminese, per proseguire nel lavoro avviato e per fare il definitivo salto di qualità”.

Weekend Rosa - “La Notte Rosa dovrà compiere nel 2012 un ulteriore salto di qualità – sottolinea Galli -. Confermato  il primo venerdì di luglio (6 luglio) come giorno di apertura, la manifestazione si articolerà e si svilupperà lungo tutto il week end, fino all’alba di domenica. Vogliamo rafforzare il dato delle 2 milioni di presenze sulla costa, attraverso un tema, quello della luna, e contenuti legati alla nostra capacità di accogliere e fare star bene i nostri ospiti, in grado di posizionare e confermare  La Notte Rosa come l’evento clou dell’estate italiana”.

MotoGp - “Altra scommessa da vincere è quella della MotoGP, l’evento motoristico di richiamo internazionale che porta la Riviera di Rimini, la terra dei piloti, attraverso uno degli eventi sportivi di maggiore richiamo a livello internazionale, nelle case e tra gli appassionati di tutto il mondo – ricorda l'assessore - Nel 2012 la sfida e l’opportunità che ci è  data per la prima volta dalla nuova calendarizzazione del GP di San Marino e della Riviera di Rimini (week end 14/16 settembre 2012) è quello di ottenere risultati ancora più significativi in chiave di allungamento della stagione estiva e di destagionalizzazione della nostra offerta turistica”.

 Aeroporto Federico Fellini - “La crescita in termini numerici del nostro aeroporto è stata significativa – evidenzia l'assessore -. Nel 2011 si sono raggiunti i risultati migliori di sempre: 920.500 passeggeri (+ 367.600 rispetto al 2010, + 66,5), collegati 32 paesi e 70 destinazioni, 691.000 passeggeri da e per l’estero, 409.000 passeggeri dalla Russia (primi in Italia). La scelta per l’internazionalizzazione della Riviera di Rimini, avviata e sviluppata dalla Provincia di Rimini insieme ad Aeradria e agli operatori privati, è la scelta vincente su cui proseguire con forza ed efficacia per la competitività turistica del nostro territorio”.

“In questo senso l’accordo operativo Italia/Repubblica di San Marino dei giorni scorsi apre ulteriori opportunità di crescita e sviluppo del nostro aeroporto – ribadisce Galli -. ci sono tutte le condizioni per superare quota 1.000.000 di passeggeri nel 2012.

La Riviera dei Congressi - “E’ senza dubbio una delle priorità in chiave turistica del 2012 e degli anni a venire – evidenzia l'assessore -. Il 2012 è il primo anno in cui saranno in esercizio pieno i Palas di Rimini e Riccione. Il 2011 ci ha regalato il nuovo “Palas di Rimini” , un investimento economico, importante e strategico, fortemente voluto dal nostro territorio:  la sfida è costruire un’unica e vera offerta congressuale “Riviera di Rimini” che metta insieme in modo integrato e sinergico i 2 principali palazzi dei congressi, insieme a quella degli operatori privati”.

“Il nuovo Palas – sentenzia Galli - porterà eventi di durata maggiore, più eventi internazionali, con ulteriori effetti positivi sulla durata del soggiorno e sulla capacità di spesa, sul fatturato indotto: congressi e meeting più lunghi significa aumentare i pernottamenti alberghieri, il numero di accompagnatori dei congressisti, la spesa pro capite nei ristoranti, nei negozi, musei, luoghi di ritrovo. Ma anche in questo caso i risultati non sono scontati e automatici:  dobbiamo fare squadra, pubblico e privato, lavorare in questa direzione senza divisioni e campanilismi, con professionalità ed efficacia, per arrivare nel prossimo triennio a raddoppiare le presenze congressuali”.

 “A un rapido giro di orizzonte, gli argomenti del 2012 turistico nel territorio riminese sono numerosi, lasciando stare per un attimo il più complesso tema della riorganizzazione normativa regionale che merita un discorso a parte – analizza l'assessore -. Certo è che sono in atto sensibili cambiamenti (economici, sociali, normativi) che, nel prossimo quinquennio, muteranno profondamente l’ormai classico modello di accoglienza riminese. Le discussioni sul futuro della spiaggia, sul problema scottante della balneazione e anche sulla tassa di soggiorno ne sono esemplare testimonianza. In tal senso l’anno in corso diventa importante anche per provare a ‘leggere’ l’impatto di alcune di queste nuove misure sullo sviluppo del nostro territorio”.

Annuncio promozionale

Fabio Galli
turismo

Commenti