La provocazione dell'autoritratto di Mattia Moreni

Nell'ambito dell'iniziativa Il Museo come manifesto civico di una comunità, a partire dall'1 dicembre e fino al 9, la Galleria Santa Croce di Cattolica ospiterà una sola opera, l'Autoritratto n. 1 di Mattia Moreni, accolto quasi paradigmaticamente come simbolo di una provocatorietà dell'arte che diviene denuncia e presa di posizione, ironica e autoironica quando non addirittura beffarda, e che si fa pratica pittorica nell'ambito di quello che lo stesso Moreni definisce “il regressivo consapevole” della specie umana applicato alla categoria delle “belle arti”. E' a partire dal 1983 e fino circa alla metà degli anni Novanta che Moreni produce gli Autoritratti, affidando ad una autoraffigurazione priva di rappresentatività la propria evoluzione tematico-linguistica, da cui sviluppa un ritratto privo di ogni corrispondenza cronologica, scevro dal presente, con riferimenti al proprio passato o ad un ipotetico futuro, e in cui la forza espressiva prevale sulla funzione identitaria. L'immagine, disegnata direttamente col tubetto e accompagnata da interventi di scrittura graffita o ripresa a colore, riporta in calce dati personali e considerazioni: la sequenza degli Autoritratti rappresenta anche una risposta alla contemporanea pittura di 'basso profilo', sul convincimento e sulla denuncia di una evidente 'regressione' della specie umana.
L’Autoritratto n. 1 (1985) è stato esposto al XXIX Premio Campigna a Santa Sofia di Romagna e poi nel 1989, nell’importante mostra dedicata a Il regressivo consapevole 1983-1989.
Ingresso libero.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Un San Sebastiano del Quattrocento lombardo a Saludecio

    • Gratis
    • dal 20 gennaio al 2 giugno 2019
    • Museo di Saludecio e del Beato Amato
  • Aperture straordinarie al museo di Saludecio e del Beato Amato

    • Gratis
    • dal 31 marzo al 26 maggio 2019
    • Museo di Saludecio e del Beato Amato
  • "Il ciclismo in Romagna secondo Casadei" in mostra a Villa Mussolini

    • Gratis
    • dal 19 aprile al 16 giugno 2019
    • Villa Mussolini

I più visti

  • Sagra delle ciliegie, una scorpacciata di dolci tentazioni

    • Gratis
    • dal 25 al 26 maggio 2019
    • centro storico di Pietracuta di San Leo
  • "Signora dei silenzi", il concerto di musica rinascimentale

    • Gratis
    • 25 maggio 2019
    • Chiesa Gesù Nostra Riconciliazione
  • Un San Sebastiano del Quattrocento lombardo a Saludecio

    • Gratis
    • dal 20 gennaio al 2 giugno 2019
    • Museo di Saludecio e del Beato Amato
  • A Riccione al via il Maggio dei libri con giochi, spettacoli e letture

    • Gratis
    • dal 4 al 25 maggio 2019
    • biblioteca e sedi varie
Torna su
RiminiToday è in caricamento