Labirinti, musica e balli in scena per Artisti in piazza

  • Dove
    Indirizzo non disponibile
    Pennabilli
  • Quando
    Dal 15/06/2018 al 15/06/2018
    vedi programma
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni
    Evento per bambini

A Pennabilli continuano gli spettacoli di Artisti in piazza e venerdì 15 giugno le spettacoli in programma saranno tantissimi. Le 53 compagnie internazionali in programma quest’anno troviamo spettacoli site specific e elaborati in residenza creativa, prime assolute e diversi debutti nazionali. Due debutti importanti la compagnia Rara Woulib e il Teatro della Tosse/Balletto Civile, la sera un evento unico, il celebre Dj e produttore britannico Adrian Sherwood si esibirà al tendone Palacirco. Musica e canto sono i protagonisti dello spettacolo di teatro urbano della compagnia francese Rara Woulib, che già a partire dai primi di maggio lavora insieme al coro di Pennabilli “CCTP - Canta che ti passa” per lo spettacolo itinerante, immersivo e site specific dal titolo Bizangos, debutto nazionale. (20.45 numero limitato, necessaria prenotazione in loco) Rivelazione del festival di Chalon 2016, Bizangos è un racconto fantastico che mette in discussione il posto dell'uomo nel gruppo e la sua capacità di diventare mostruoso. Un'opera che si svolge fra vecchie rovine e campi; un teatro musicale che estende la ricerca della compagnia intorno alla musica trance, canti sacri e rituali sincretici.

In Bizangos il canto diventa pretesto per riunire le persone e trasportarle da un luogo all'altro e la magia della musica risiede nella sua stessa costruzione, che affonda nella tradizione haitianarara, intimamente legata ai concetti di attraversare, camminare, passare, trance. I Rara Woulib esplorano questa forma musicale basata sulla pratica dell'ascolto e della risonanza. L'interdipendenza dei musicisti mantiene gli attori come spettatori in uno stato di incertezza e fragile equilibrio. Esplorando la porosità dei luoghi, la compagnia da vita a rituali e performance unici e site specific che entrano nella vita quotidiana delle persone, invadono lo spazio comune, unendo le usanze locali e i riti perduti alla propria poetica disegnando nuovi mondi. In residenza creativa dall’inizio del mese di giugno, la Fondazione Luzzati-Teatro della Tosse e Balletto Civile (IT) lavorano alla realizzazione di una nuova collaborazione fra Michela Lucenti ed Emanuele Conte che porterà in scena ad Artisti in Piazza, coproduzione dello spettacolo, in prima assoluta AXTO - Oratorio per corpi e voci dal labirinto. (18.00 numero limitato, necessaria prenotazione in loco)

Dopo le felici esperienze di ORFEO RAVE negli spazi della Fiera di Genova, INFERNO#5 al festival di Cividale del Friuli e Il MAESTRO E MARGHERITA sul Palcoscenico del Teatro della Tosse, Conte e Lucenti creano uno spettacolo pensato per essere accolto da un tendone da circo. Pianta centrale, gradinate per il pubblico e terra al centro dell'arena. Dalla terra affiorano pochi mobili e suppellettili come se un appartamento, senza pareti, fosse stato invaso dal fango di un'alluvione e poi fosse riemerso in parte, una volta asciugata l'acqua.

L'ambiente nel quale il mito del Labirinto e del Minotauro viene celebrato è la casa e i protagonisti, ad officiare il rito, sono i familiari, gli abitanti di quella casa. La compagnia (composta da danzatori, attori e cantanti del Teatro della Tosse e di Balletto Civile) darà corpo e voce a questo racconto epico e familiare. Il “mostro” ora è chiuso tra le mura domestiche, l'oscenità celata e il sacrificio consumato all'interno della famiglia. Torna al festival Claire Ducreux, l'idea per il suo ultimo progetto Silencis è nata proprio a Pennabilli nel 2015, quando Claire è stata ospite del festival. Ispirata dal ciliegio dell’Orto dei Frutti Dimenticati, creazione del Maestro Tonino Guerra. Un invito di un albero che sussurra: fermati, perché vivere è urgente. Oltre al linguaggio artistico personale che unisce tre diverse forme d'arte: danza, teatro fisico e clownerie in questo spettacolo Claire Ducreux vuole trasmettere e condividere una presenza poetica, un'essenza, quella sensazione che a volte ci aiuta a ricordare e a percepire la magia della vita. Un'esplosione, una pioggia di cenere, un'esplosione di un albero e un vagabondo danzante. Il silenzio è un invito a respirare insieme al ritmo lento e profondo della vita. Caratterizzata dall’utilizzo di tecniche diverse all’interno dello stesso spettacolo segnaliamo la compagnia Trukitrek che passa dal teatro gestuale alle marionette, ai burattini, fino all'"humanette" in cui i personaggi sono metà pupazzi e metà umani.

Al Festival 2018 presenterà Mr. Train, dove il teatro di figura si interseca poi con il linguaggio cinematografico, lo spettacolo coprodotto dall’Associazione culturale Ultimo Punto è ispirato al racconto Il cane blu del poeta e sceneggiatore Tonino Guerra, una favola poetica senza parole che unisce il teatro di figura e il cinema d'animazione. Il Circo contemporaneo dimora a Pennabilli. Oltre al tendone del Palacirco del Festival, e il mitico Cirque Bidon che già da inizio settimana presenta il suo spettacolo, quest’anno la Compagnia MagdaClan e il Side/My!Laika saranno al Festival con i loro chapiteaux. La Compagnia MagdaClan, unisce l’immaginario tradizionale dello chapiteau all’innovazione di un linguaggio contemporaneo, poetico, multiforme, in un’atmosfera popolare e d’incanto. Il nuovo spettacolo Emisfero è un viaggio tra gli opposti: acrobati e musicisti accompagneranno il pubblico in luoghi e emisferi diversi - siano essi città, emozioni, colori - per poi farli incontrare, e trasformare fino a uscire dal tendone cambiati. Side/My!Laika (IT-FR) è un progetto originale e intenzionalmente indipendente creato da un collettivo d'artisti internazionali forti delle proprie esperienze nel campo dello spettacolo circense d'avanguardia e musicale.

A Pennabilli presenta lo spettacolo Laerte#5 che sfida il consueto meccanismo di creazione e produzione dello spettacolo: si crea direttamente in scena e dentro il suo spazio avanza insieme agli spettatori verso la sua mutevole forma. Laerte#5 omaggia il mare e le sue maestose onde che decidono quali destini scompigliare; sogni e incubi come arpioni trafiggono i loro pensieri che si trasformano in salti, prodezze, giochi perigliosi. La notte Nell’area Palacirco, a pochi passi dalla piazza centrale di Pennabilli, quando cala la notte, la festa si anima con i concerti dei gruppi musicali più scatenati e dj italiani e internazionali che si alternano in consolle fino a tarda notte. Al tendone si balla, si canta, si beve, si incontrano nuove culture, si ascoltano musiche di ogni genere e provenienza. venerdì 15 giugno, il live dj set di un importante ospite di fama internazionale Adrian Sherwood (UK), produttore discografico e beatmaker britannico, particolarmente conosciuto per il suo lavoro sulla musica dub. Ha lavorato a lungo con una varietà di artisti reggae e con i musicisti Keith LeBlanc, Doug Wimbish e Skip McDonald e remixato brani di Coldcut, Depeche Mode, The Woodentops, Primal Scream, Pop Will Eat Itsé, Sinéad O'Connor e Skinny Puppy. Nel ruolo di produttore discografico, ha lavorato con una varietà di etichette discografiche, tuttavia la sua etichetta più nota è la On-U Sound Records, che ha fondato nel 1979.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Enrico Brignano, un "innamorato perso" a Rimini

    • 20 marzo 2019
    • Rds Stadium
  • Con Pintus siamo destinati all'estinzione

    • dal 4 al 5 aprile 2019
    • Teatro Nuovo di San Marino
  • "Mary e il Mostro: come Mary Shelley creò Frankenstein" al Cinema Teatro Astra

    • solo oggi
    • Gratis
    • 17 marzo 2019
    • Cinema Teatro Astra

I più visti

  • Tatuaggi, tra stili e tendenze: il lungo tour di Italia Tattoo Convention torna a Rimini

    • dal 22 al 24 marzo 2019
    • Rds Stadium
  • Enrico Brignano, un "innamorato perso" a Rimini

    • solo domani
    • 20 marzo 2019
    • Rds Stadium
  • Un San Sebastiano del Quattrocento lombardo a Saludecio

    • Gratis
    • dal 20 gennaio al 2 giugno 2019
    • Museo di Saludecio e del Beato Amato
  • Con Pintus siamo destinati all'estinzione

    • dal 4 al 5 aprile 2019
    • Teatro Nuovo di San Marino
Torna su
RiminiToday è in caricamento