Pippo Delbono omaggia la Regina con "Orchidee"

Il tempo, lo smarrimento sociale, i rapporti umani sempre più deboli e il vuoto culturale sono al centro della poetica dell'attore e regista Pippo Delbono, temi che affronta anche in "Orchidee", spettacolo in scena martedì 1° marzo al Teatro della Regina di Cattolica, alle ore 21. 

«In Orchidee c'è, come in tutti i miei spettacoli, il tentativo di fermare un tempo che sto attraversando - afferma Pippo Delbono -. Un tempo mio, della  mia compagnia,  le  persone  che  lavorano ormai  da  molti  anni  con  me,  ma  anche  un  tempo  che  stiamo attraversando e vivendo oggi tutti noi. Italiani, europei, occidentali, cittadini del mondo. Un tempo confuso dove mi sento, ci sentiamo, in tanti, credo, sperduti. Con la sensazione di aver perduto qualcosa. Per sempre. Forse la fede  politica, rivoluzionaria, umana,  spirituale». Lo spettacolo nasce anche dopo il grande vuoto vissuto dall'autore dopo la perdita della madre.  

«Mia madre che dopo i conflitti, le separazioni, avevo rincontrato  per ridiventare amici racconta l'attore -  Io, un po’ più  grande un po’più  saggio, lei vecchia ritornata un po’più bambina.  E  così  il vuoto. Il sentirsi non più figlio di nessuno.  Il vuoto  dell'amore. Ma Orchidee nasce anche da tanti vuoti da tanti abbandoni. Il vuoto che viviamo nella  cultura, nell'essere artisti perduti. Il teatro che spesso sento un luogo diventato troppo polveroso, finto,  morto. La menzogna accettata, della  rappresentazione teatrale.  Ma Orchideeparla anche del bisogno vitale di riempire quel vuoto. Parla del bisogno di ricercare ancora, altre madri, altri padri, altra  vita, altre storie. E  poi  stranamente  le  parole “importanti” del teatro che volevo abbandonare mi sono ritornate addosso e hanno ritrovato un loro senso nuovo, incastrate con la mia vita. E anche la mia vita forse è diventata con quelle parole, la vita di tanti  altri. Credo che Orchidee rappresenta per me quel bisogno  vitale, incontenibile, di continuare ancora nonostante tutto a scrivere, a parlare dell'amore». 

Biglietti: platea, palchi 1°e 2° ordine intero euro 21 - ridotto euro 19; galleria intero euro 19 - ridotto euro 17 palchi 3° ordine

Info: tel: 0541.966778

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • "Sipario" per i più piccoli, tra avventure, musicanti e bambine speciali

    • dal 3 al 24 luglio 2020
    • Sferisterio
  • Il Collettivo Inciampo all'Arboreto in scena con "La verità del fenicottero"

    • 13 luglio 2020
    • L’arboreto - Teatro Dimora di Mondaino

I più visti

  • Il mondo dell'arte entra in hotel: in mostra da Warhol a Schifano

    • Gratis
    • dal 22 ottobre 2019 al 25 ottobre 2020
    • Admiral Art Hotel
  • English happy hour, alle Antiche Macine l'aperitivo si fa in inglese

    • dal 16 giugno al 7 luglio 2020
    • Agriturismo Locanda delle Macine
  • Santarcangelo Festival in scena dal 15 al 19 luglio

    • Gratis
    • dal 15 al 18 luglio 2020
  • Il cinema Tiberio riparte con film in prima visione, musical, opere, balletti e rassegne

    • dal 15 giugno al 6 luglio 2020
    • Cinema Teatro Tiberio
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RiminiToday è in caricamento