Riccione, bagno di folla per lo spettacolo dell'arte di Vittorio Sgarbi

Il pubblico di Riccione ha riservato un’accoglienza strepitosa all’appassionata lezione di Sgarbi, preceduta da un’esibizione live di Daniele Marzi (drums), Pier Carlo Penta (piano), Stefano Travaglini (contrabbasso), con visual di Officina Otomops

“Molti conoscono questi luoghi solo per la loro anima felliniana. Ma qui vicino, a Rimini, c’è il più grande monumento del Rinascimento, un capolavoro assoluto dell’arte e dell’architettura italiana: il Tempio Malatestiano.” Si è aperta con queste parole la lezione-evento sull’arte rinascimentale tenuta domenica sera, al Palazzo dei Congressi di Riccione da Vittorio Sgarbi. Un viaggio per riscoprire i tanti capolavori assoluti – e riscoprire i tantissimi capolavori dimenticati – di quel periodo straordinario dell’arte italiana che va dalla metà del Quattrocento alla metà del Cinquecento, da Piero della Francesca a Pontormo.

Il pubblico di Riccione ha riservato un’accoglienza strepitosa all’appassionata lezione di Sgarbi, preceduta da un’esibizione live di Daniele Marzi (drums), Pier Carlo Penta (piano), Stefano Travaglini (contrabbasso), con visual di Officina Otomops. Tra i tanti capolavori presentati l’Annunciata di Antonello da Messina, la Pala di Pesaro di Giovanni Bellini, la Pala di Brera di Piero della Francesca, lo Sposalizio della Vergine di Raffaello, la Venere di Botticelli, il Cristo alla colonna di Bramante, la Tempesta di Giorgione. Numerosi anche gli autori sconosciuti ai più e descritti con passione assoluta, da Cristoforo Scacco a Piermatteo d’Amelia, da Nicola di Maestro Antonio d’Ancona sino a Zenale e Butinone: maestri che si possono riscoprire in borghi e cittadine italiane, da Fondi a Treviglio, e che vengono presentati nel libro Gli anni delle meraviglie (Bompiani).

Soddisfatta il sindaco di Riccione Renata Tosi: “Il successo di questa serata con un pubblico così attento e numeroso dimostra quanto sia sentito il bisogno di cultura e di eventi di elevato valore come questo da parte della città. L’amministrazione comunale intende proseguire in questa direzione”. L’evento è la prima delle iniziative previste dal Comune di Riccione per il Natale 2014 ed è anche l’anteprima della nuova stagione di spettacoli organizzati dal Comune insieme a Riccione Teatro. Il 9 gennaio, al Teatro del Mare, è in programma la seconda tappa di questa collaborazione: Cinque allegri ragazzi morti, “musical lo-fi” dall’omonima graphic novel di Davide Toffolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli amici del bar non lo vedono da giorni, ritrovato cadavere in casa

  • Vent'anni fa l'arrivo dal Senegal, la sfida di Sonia: "Apro la mia trattoria romagnola"

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, prevenzione e modalità di trasmissione

  • Il Comune pronto a demolire balconi trasformati in verande e sale da pranzo coperte

  • Vasco Rossi si fermerà a Rimini per venti giorni: le date del "soggiorno"

  • Non pedala sulla pista ciclabile, ciclista multato dai carabinieri

Torna su
RiminiToday è in caricamento