Due giornate con gli studenti e a teatro per non dimenticare

  • Dove
    Indirizzo non disponibile
    San Leo
  • Quando
    Dal 25/01/2018 al 28/01/2018
    vedi programma
  • Prezzo
    Gratis
  • Altre Informazioni
    Evento per bambini

Il Comune di San Leo propone due iniziative dedicate all’importante commemorazione della “Giornata della Memoria”.

La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 Gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, “Giorno della Memoria”, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati".

Per non dimenticare, conoscere e capire quella follia ideologica, culturale e storica, l’Amministrazione Comunale di San Leo, in collaborazione con IC Battelli di Novafeltria, giovedì 25 gennaio alle ore 10,30 presso il Teatro di Pietracuta Cesare Moisè Finzi incontrerà i ragazzi della scuola e racconterà le testimonianze della sua infanzia.

Cesare Finzi, cardiologo, è nato a Ferrara nel 1930e vive a Faenza. Attivamente impegnato nella vita  della comunità ebraica ferrarese, è autore di alcune pubblicazioni scientifiche di argomento ebraico e del volume uscito nel 2006, presso Il Ponte Vecchio, “Qualcuno si è salvato”, che ricostruisce la propria vicenda familiare attraverso una attenta documentazione storica. Dall’istituzione della  “Giornata  della  memoria”, è impegnato a portare, specialmente nelle scuole, presso i ragazzi di tutte le età, la sua testimonianza di vita.

La seconda iniziativa è invece in programma per domenica 28 Gennaio, alle ore 16.30, presso il Teatro del Palazzo Mediceo, con la testimonianza di un ex-deportato e la proiezione del film "l'Uomo che verrà" di Giorgio Diritti.

Inverno, 1943. Martina, unica figlia di una povera  famiglia di contadini, ha 8 anni e vive alle pendici di Monte Sole. Anni prima ha perso un fratellino di pochi giorni e da allora ha smesso di parlare. La mamma rimane nuovamente incinta e Martina vive nell'attesa del bambino che nascerà, mentre la guerra man mano si avvicina e la vita diventa sempre più difficile, stretti fra le brigate partigiane del comandante Lupo e l'avanzare dei nazisti. Nella notte tra il 28 e il 29 settembre 1944 il bambino viene finalmente alla luce. Quasi  contemporaneamente le SS  scatenano nella zona un rastrellamento senza precedenti, che passerà alla storia come la strage di Marzabotto.

Le iniziative, ad ingresso libero, sono rivolte a tutti gli interessati.
Per informazioni: Ufficio Turistico I.A.T. Numero Verde Gratuito 800/553800; Tel. 0541/926967;

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • "Il Trecento riscoperto" in un volume

    • Gratis
    • 20 settembre 2019
    • Chiesa di Sant’Agostino
  • "Generali e battaglie della Linea Gotica" per i 75 anni dalla Liberazione di Rimini

    • Gratis
    • 20 settembre 2019
    • Musei Comunali di Rimini
  • Creativi all'opera con il laboratorio di acquerello

    • dal 26 settembre al 3 ottobre 2019
    • Biblioteca A. Baldini

I più visti

  • Sagra della polenta e dei frutti del sottobosco, un appuntamento per i buongustai

    • Gratis
    • dal 8 al 29 settembre 2019
    • A Perticara
  • I gladiatori tornano ad Ariminum

    • Gratis
    • dal 6 agosto al 17 settembre 2019
    • vedi programma
  • Senza fili: 40 artisti in scena al Teatro Leo Amici

    • dal 1 giugno al 28 settembre 2019
    • Teatro “L. Amici” del Lago di Monte Colombo
  • Il mondo della bici fa tappa in Riviera con l'Italian Bike Festival

    • Gratis
    • dal 13 al 17 settembre 2019
    • Piazzale Fellini
Torna su
RiminiToday è in caricamento