Verucchio, svelata la stagione 2014 di prosa e brillante del Teatro Pazzini

Le rappresentazioni avranno inizio il 2 marzo con "Come tu mi vuoi" proseguiranno il 22 marzo con "L'uomo è un animale feroce", il 5 aprile con "Nudi e crudi" e termineranno il 12 aprile con "Pianti in Italy"

Redazione 20 febbraio 2014
Lucrezia Lante della Rovere nella foto
Lucrezia Lante della Rovere nella foto

Svelata la stagione con il teatro di prosa e brillante del Pazzini di Verucchio, che si aprirà domenica 2 marzo con il primo di quattro appuntamenti di grande spessore e richiamo: “Come tu mi vuoi”, testo tratto dall’omonimo dramma di Pirandello, per la regia di Francesco Zecca, nell’adattamento di Masolino d’Amico, con Lucrezia Lante della Rovere. Promossa ed organizzata dall’Associazione Verucchio Teatri e Musiche in collaborazione con il Comune di Verucchio, nell’ambito della programmazione della Rete dei Teatri della Valmarecchia, questa ottava stagione ha un titolo emblematico che coniuga tradizione e modernità: “Chi è di scena”, per richiamare, attraverso il gergo e la storia della cartellonistica teatrale, un cliché che non passa di moda e che racchiude tutta la magia, l’impegno e la passione di chi lavora sulle scene e di tutti coloro che operano dietro le quinte per far nascere e vivere lo spettacolo.

“Per questa ottava stagione teatrale, - spiega Luca Venturini, direttore artistico della Rassegna - abbiamo voluto puntare sulla tradizione e sull’appartenenza ad un territorio che ha vissuto e vive intensamente il valore del teatro e che si esprime fin dal titolo “Chi è di scena”. Il teatro di tradizione, con giganti del calibro di Pirandello vive accanto a nuovi protagonisti di un teatro moderno e di ricerca.” Quattro serate significative e, come sempre, scelte fra i migliori titoli nazionali, portano a Verucchio nomi e spettacoli da non perdere ed è questa la migliore delle aspettative: che il pubblico del Pazzini, sempre di grandi estimatori, possa continuare a divertirsi e ad apprezzare l’impegno che l’Associazione Verucchio Teatri e Musiche e il Comune di Verucchio insieme ai partner sostenitori, ogni anno profondono perché questa tradizione possa continuare.

 “Il titolo “Chi è di scena” e l’immagine scelta per la comunicazione di questa stagione, hanno un significato emblematico - spiega Eliana Di Biase, responsabile dell’organizzazione degli spettacoli – Da un lato c’è un titolo ‘clichè’, utilizzato da tanti cartelloni nella storia del teatro, che vuole rappresentare fortemente la tradizione, volontà rafforzata anche dalla scelta di autori, titoli e personaggi che vanno all’essenza stessa del teatro, e dall’altro c’è un’immagine di donna, moderna e senza fronzoli, che racconta il teatro attuale, minimalista, che supera i confini del palcoscenico, collettore di tensioni, di esigenze, di fragilità.”

Il sindaco di Verucchio, Giorgio Pruccoli, ha espresso il proprio apprezzamento per il lavoro svolto dall'Associazione Verucchio Teatri e Musiche, vincitrice di un bando pubblico per la gestione del teatro Pazzini. "Nonostante la crisi, - ha detto il Sindaco - il Comune di Verucchio ha continuato ad investire nella cultura a favore non solo dei turisti, ma anche dei concittadini, confermando i medesimi investimenti economici del passato e addirittura rilanciando con nuovo investimenti sia in termini di promozione della cultura teatrale nelle scuole (vedi mattinèe teatrali e laboratori didattici) sia nella apertura alle collaborazioni esterne, che hanno visto la creazione della rete teatrale della Valmarecchia, la quale ha permesso un risparmio di costi per l’apertura condivisa di un sito Internet e di pubblicità comune."

Annuncio promozionale

Le rappresentazioni avranno inizio il 2 marzo con “Come tu mi vuoi” proseguiranno il 22 marzo con “L’uomo è un animale feroce”, il 5 aprile con “Nudi e crudi” e termineranno il 12 aprile con “Pianti in Italy”. (inizio spettacoli ore 21,15) Ingresso 16 euro, ridotto 10 (fino a 12 anni e oltre i 65 anni – Cult Card)

Giorgio Pruccoli
Verucchio
teatro

Commenti