Prima assoluta al Teatro Astra di Bellaria per "Aprossimazioni" di Alex Gabellini

  • Dove
    Teatro Astra
    Indirizzo non disponibile
    Bellaria-Igea Marina
  • Quando
    Dal 28/03/2014 al 30/03/2014
    venerdì e sabato ore 21.00 | domenica ore 18.00 e ore 21.00
  • Prezzo
    15 euro
  • Altre Informazioni

Da venerdì a sabato al Teatro Astra di Bellaria andrà in scena la prima assoluta di “Approssimazioni”, inedito divertissement d’arte varia nato da un’intuizione di Alex Gabellini, attore e regista di Città Teatro. Uno spericolato esercizio teatrale di esperienza dell’altro, per soli 50 spettatori a serata. Il nostro lui. La nostra lei. Che magari un giorno ha fatto le valige e se n’è andato. Ma nemmeno ce n’eravamo accorti che andava così male. Non era la nostra anima gemella? E invece tutto il tempo era lì a guardare, ascoltare, toccare e gustare accanto a noi… ma in tutt’altro modo.

Che bello sarebbe se, come scrive Georges Perec, una legge universale reggesse l’insieme dei fenomeni, avremmo «due emisferi, cinque continenti, maschile e femminile, animale e vegetale, singolare plurale, destra sinistra, quattro stagioni, cinque sensi, cinque vocali, sette giorni, dodici mesi, ventisei lettere». Un unico codice, che però «purtroppo non funziona, non ha neppure mai cominciato a funzionare, non funzionerà mai». Tanto vale approssimarsi, allora, all’altro per tentativi. In scena lo spazio più complesso che c’è: quello tra le nostre orecchie. Un luogo non meglio specificato d’accoglienza, ‘caverna’ in cui conoscere e conoscersi, dissipando le ombre e confrontandosi faccia a faccia col volto dell’altro. Un capovolgimento dei rapporti usuali tra palcoscenico e platea, tra dentro e fuori, tra spettatore e attore, tra piazza e stanze di vita.

A dare voce e corpo allo spettacolo le musiche inedite di Daniele Maggioli e Marco Mantovani, gli attori Francesca Airaudo, Fabio Magnani e Alex Gabellini, i danzatori Monica Pasquinelli e Davide Chirco, la performer Rose Zambezzi, le elaborazioni video di Massimo maCio Tonti e Davide Montecchi, le immagini di Andrea Petruccioli e il disegno luci di Nevio Cavina, La drammaturgia è di Lorella Barlaam, liberamente ispirata ai pensieri di Franco Cassano e alle parole di Clarice Lispector, Massimo Gramellini, Oreste del Buono, Italo Calvino. La regia è di Alex Gabellini. Un percorso volto ad attivare una sorta di piacevole spiazzamento programmatico dei cinque sensi, fino a svelare il sesto, quello del gioco sottile, fragile e tutt’altro che approssimativo che regge ogni relazione.  Anche quella con se  stessi.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Buongustai a tavola con la Sagra del tartufo bianco pregiato

    • dal 6 al 27 ottobre 2019
  • Si sale sul treno a vapore per la sagra delle castagne di Marradi

    • 27 ottobre 2019
  • A Montefiore la Sagra della castagna torna con ricette della tradizioni, mercatini e musica

    • Gratis
    • dal 13 al 27 ottobre 2019
    • centro storico di Montefiore
  • I luoghi dell'abbandono raccontati in un nuovo contest fotografico

    • dal 15 ottobre al 1 novembre 2019
Torna su
RiminiToday è in caricamento