La travagliata scelta di Benedetto XVI portata in scena da Paolo Graziosi

  • Dove
    Teatro Astra
    Indirizzo non disponibile
    Bellaria-Igea Marina
  • Quando
    Dal 10/01/2015 al 10/01/2015
    21.15
  • Prezzo
    15 euro intero, 12 euro ridotto
  • Altre Informazioni

Al Teatro Astra di Bellaria Igea Marina sabato 10 gennaio, alle 21.15, va in scena "Rinuncio" di Paolo Graziosi, tratto da un'idea scenica di Monica Guerritore, per la regia di Davide Brullo. La trama: un uomo, ai confini del mondo, del tempo e di sé stesso, si confessa davanti a una platea di morti. Racconta l’esperienza deflagrante che ha vissuto a contatto con Benedetto XVI, il papa emerito. Ne rievoca le ragioni notevoli e micidiali della rinuncia al trono di Pietro. Il papa, confinato in un convento montano, declina nella vecchiaia torbida e gloriosa, scrive i suoi pensieri, sulle pareti, per terra, sul lenzuolo, con matite e chiodi. Rinuncio è un’inchiesta totale e prodigiosa dentro i temi fondamentali del cristianesimo, un’ossessiva indagine sull’origine e sulla fine di Dio. Da un’idea scenica di Monica Guerritore, pensato e adattato per il Teatro Astra di Bellaria Igea Marina, fino a diventare un’opera che va al di là del romanzo stesso, Rinuncio è interpretato da un titano del mondo teatrale, Paolo Graziosi.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Il mondo dell'arte entra in hotel: in mostra da Warhol a Schifano

    • Gratis
    • dal 22 ottobre 2019 al 25 ottobre 2020
    • Admiral Art Hotel
  • English happy hour, alle Antiche Macine l'aperitivo si fa in inglese

    • dal 16 giugno al 7 luglio 2020
    • Agriturismo Locanda delle Macine
  • Santarcangelo Festival in scena dal 15 al 19 luglio

    • Gratis
    • dal 15 al 18 luglio 2020
  • Il cinema Tiberio riparte con film in prima visione, musical, opere, balletti e rassegne

    • dal 15 giugno al 6 luglio 2020
    • Cinema Teatro Tiberio
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RiminiToday è in caricamento